Al termine di un anno impegnativo che ha visto la partenza di tre grandi progetti territoriali (Diritti al punto a Caserta e comuni limitrofi;  Buono a Rendere nella Valle di Suessola; NoDi nell’Agro Aversano, è arrivato il momento di tirare le somme delle attività svolte, allargando la partecipazione a nuovi enti del Terzo Settore.

Si è svolto ieri presso la Caserma Sacchi il primo di un ciclo di incontri che interesseranno successivamente  la Valle di Suessola (stasera alle ore 15,30 presso lo Sportello Territoriale di Arienzo) e l'Agro Aversano (domani alle ore 15,30 presso lo sportello territoriale di San Cipriano). Al centro del confronto è stato il progetto Diritti al Punto, che ha permesso l'attivazione in punti nevrarlgici del territorio di "Punti di Tutela dei Diritti", finalizzati all'ascolto e all'accompagnamento ai servizi competenti di coloro che vedono minacciati i propri diritti nonché a fornire informazioni sulle opportunità lavorative in provincia di Caserta.

Presenti al confronto territoriale le OdV AITF, Comitato per Villa Giaquinto, Anteas Casertana, Associazione Don Rua, Emmepi4Ever, Spazio Donna, AIDO, Siamo tutti Uno, Gianluca Sgueglia e la Proloco del Trivice di Caserta.

A seguito di una breve analisi delle criticità riscontrate dalle organizzazioni già operanti nel progetto - AITF, AIDO, Emmepi4Ever - l'incontro è entrato nel vivo con la raccolta di proposte operative finalizzate a rendere i Punti di Titela dei Diritti  sempre più rispondenti alle necessità del territorio, anche alla luce dei nuovi partenariati che appaiono delinearsi già da questo primo incontro.

Il gruppo di lavoro continuerà a vedersi per elaborare nuove strategie e per perfezionare il proprio "piano d'azione": nel frattempo ci diamo appuntamento a stasera con il progetto Buono a Rendere!

incontro-caserta