Per firmare la petizione su Change.org : https://www.change.org/p/presidente-del-consiglio-presidenti-regioni-terzo-settore-appello-al-governo-per-modificare-decreto-liquidit%C3%A0

Nei giorni scorsi, il Forum del Terzo Settore ha lanciato la campagna “Nonfermateci”, sostenuta da 87 associazioni in rappresentanza dioltre 350.000 Organizzazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale, imprese sociali, per complessivi 5 milioni e mezzo di volontari e850.000 lavoratori.

La Campagna, che gira sui social attraverso cinque card informative, denuncia l’incomprensibile esclusione delvolontariato e della promozione sociale dall’accesso al Fondo Nazionale di Garanzia, una misura che oggi consentirebbe alle numerose organizzazioni checontinuano a lavorare nell’emergenza Covid19 di prendere fiato e proseguire il loro servizio di assistenza sui territori. Tra le richieste del Forum, vi èanche l'accesso agevolato al credito e ad agevolazioni sulle spese di sanificazione da prevedere anche per Organizzazioni di volontariato eAssociazioni di promozione sociale.

Il Forum del Terzo Settore della provincia di Caserta ed il suo portavoce Michele Zannini hanno immediatamente aderito all’appello. Chivuole può supportare il FTS Casertano firmando la petizione disponibile su Change.org: https://www.change.org/p/presidente-del-consiglio-presidenti-regioni-terzo-settore-appello-al-governo-per-modificare-decreto-liquidit%C3%A0

Si riporta di seguito il Comunicato stampa del Forum del Terzo Settore Nazionale, rimandando al link ufficiale della campagna perapprofondimenti:

https://www.forumterzosettore.it/2020/04/20/terzo-settore-il-forum-lancia-la-campagna-nonfermateci-ce-un-italia-che-non-puo-fare-a-meno-di-noi/?fbclid=IwAR3iUN_dAzeELkcn92PLSF5LblV1YSIdNYnpRElJA4YaAIe75VePcJIK2Z8

Per la campagna grafica: https://www.forumterzosettore.it/2020/04/20/nonfermateci-ce-un-italia-che-non-puo-fare-a-meno-di-noi/

 

Il Forum Nazionale del Terzo Settore lancia la campagna “NONFERMATECI” con un Appello a Regioni e Governo per modificare il“Decreto Liquidità”

 

Le Associazioni chiedono sostegno nella crisi per un settore indispensabile sia sul pianosociale che economico. Come ha sottolineato la Portavoce nazionale Forum Terzo Settore Claudia Fiaschi: "C'è un'Italia che non può fare a meno di noi.Non possiamo interrompere la nostra attività che oggi sostiene migliaia di persone fragili che devono poter continuare a contare su di noi. Un numerodestinato a crescere irrimediabilmente dopo la fine di questa emergenza, quando saremo costretti a confrontarci con ancora più povertà e diseguaglianze. Perquesto chiediamo alle Istituzioni di non fermarci, ma anzi di aiutarci a continuare il nostro lavoro che rischia altrimenti di cessare".

La campagna #Nonfermateci è lanciata attraverso i social dal Forum con il sostegno di 87 associazioni in rappresentanza di oltre 350.000Organizzazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale, imprese sociali, per complessivi 5 milioni e mezzo di volontari e 850.000 lavoratori.

La campagna consiste in cinque 'card fotografiche’ per ricordare quanto siano importanti leattività ed il lavoro silenzioso, ma costante, svolto dalle organizzazioni del Terzo settore, dai volontari ed operatori, che ogni giorno con il loro impegnoportano aiuto e sostegno ai cittadini più fragili e vulnerabili, intensificano le relazioni sociali, rafforzano la fiducia tra i cittadini e la coesionesociale delle comunità.

In questo contesto appare incomprensibile la decisione del Decreto Liquidità approvato dal Governo con cui viene negata l’estensione avolontariato e promozione sociale all’accesso al Fondo Nazionale di Garanzia, una misura di cui i nostri Enti non possono fare a meno per continuare adassistere le fasce più deboli e vulnerabili del territorio. In merito è stato lanciato un allarme in alcune Regioni da parte dei FTS (a partire dalla EmiliaRomagna e Toscana) che chiedono di intervenire “immediatamente attraverso i vari Presidenti Regionali per risolvere una situazione che rischia di diventareinsostenibile.” In tal senso si muove anche il FTS Campania nei confronti del Presidente Regione Campania Vincenzo De Luca.

In particolare, chiediamo che, oltre all'accesso al Fondo Speciale di Garanzia, vi siano anche l'accesso agevolato al credito eagevolazioni sulle spese di sanificazione da prevedere anche per Organizzazioni di volontariato e Associazioni di promozione sociale. Vista la loro natura e unmandato prevalente di promozione sociale e volontariato, soltanto una minima parte delle associazioni sono iscritte al REA. E, a fronte del loroinsostituibile ruolo sociale nelle nostre comunità, non si capisce come mai si chieda ad Enti già iscritti nei registri regionali e nazionalidell’associazionismo e previsti nel costituendo Registro Unico del Terzo settore di avere una iscrizione anche al REA per il riconoscimento delleprerogative della natura economica già definite per legge dalla forma di Ente del Terzo Settore (ETS).

Il FTS - insieme con le Regioni - chiede al Governo di estendere anche alle Imprese e alle Associazioni di promozione sociale e delTerzo settore l’accesso agevolato al credito, al fondo nazionale di garanzia, alle pratiche di sospensione di mutui, ai crediti di imposta e alleagevolazioni sulle spese di sanificazione. A tal fine propone un emendamento al testo del decreto legge per aggiungere all’art. 13, lettera m, dopo le parole“esercenti attività d’impresa, arti o professioni” le seguenti parole: “nonché ai soggetti del Terzo settore, iscritti nel Registro unico nazionale di cuiagli artt. 45 e 101, comma 2, d.lgs. 117/2017, compresi gli Enti religiosi civilmente riconosciuti e gli altri soggetti che svolgono attività economicacome previsto dalla raccomandazione della Commissione Europea del 6 maggio 2003 n. 2003/361/CE”.

Adesioni all’Appello

Michele Zannini                Portavoce FTS Casertano

Soci del Forum Terzo Settore:

ACLI | ACSI | ActionAid International Italia Onlus | ADA NAZIONALE | ADICONSUM | AGCI Solidarietà | AGESCI | Ai.Bi. | Aicat | AICS |AISLA | AISM | AMESCI | ANCC-COOP | ANCeSCAO Aps | ANFFAS Onlus | ANMIC | ANMIL Onlus | ANOLF | ANPAS | ANTEAS | AOI | APICI | ARCI | ARCIGAY | ARCIRAGAZZI |ASC Arci Servizio Civile | Associazione AMBIENTE E LAVORO | Associazione della Croce Rossa Italiana | Associazione di promozione sociale Santa Caterina daSiena | Associazione Nazionale Banche del Tempo | Assoutenti | AUSER | AVIS | CdO Opere Sociali | CITTADINANZATTIVA Onlus | CNCA | CNESC | CNS Libertas |COCIS | COMUNITA’ EMMANUEL | Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia | CSEN | CSI | CTG | EMMAUS ITALIA | ENS | EVAN | Fairtrade Italia |FEDERAVO Onlus | Federconsumatori | Federsolidarietà – Confcooperative | FENALC | Fict | FICTUS | FIDAS | FIMIV | FISH | FITeL |FOCSIV | Fondazione Exodus | Forum Nazionale per l’Educazione musicale | IdeAzione – C.I.A.O. | Italia Nostra | LA GABBIANELLA | LEGACOOPSOCIALI |LEGAMBIENTE | LINK 2007 | MCL – Movimento Cristiano Lavoratori | Movimento Difesa del Cittadino | Mo.VI | MODAVI | Movimento Consumatori| OPES | ParentProject Aps | Polisportive Giovanili Salesiani | PROCIV- ARCI | Salesiani per il sociale APS | U.S.ACLI | Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti |UILDM Onlus | UISP | Uneba | UNPLI

 

Enti aderenti: Fondazione SODALITAS | Comitato Italiano per l’UNICEF