Anno 2016: graduatorie richiesta contributo per la realizzazione di progetti sperimentali e innovativi di volontariato da parte di organizzazioni di volontariato (Legge 266/1991).

Tra le associazioni beneficiarie: Associazione Gianluca Sgueglia, Geofilos Atella, Black and White e Istituto Studi Atellani

L'Ufficio Centrale di Bilancio e la Corte dei Conti hanno registrato il Decreto Direttoriale di approvazione, di autorizzazione e di impegno del 29 dicembre 2016, concernente la graduatoria dei progetti sperimentali di volontariato ammessi a contributo per l'annualità 2016.

Sono stati ammessi a contributo - per un importo complessivo pari a € 1.993.835,62 -  n. 65 progetti sperimentali e innovativi di volontariato, di cui n. 9 a favore di progetti realizzati a favore delle popolazioni delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpite dal terremoto del 24 agosto 2016, di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 25 agosto 2016 e successive integrazioni.

Le organizzazioni di volontariato ammesse a contribuito riceveranno attraverso la piattaforma www.direttiva266.it  la comunicazione formale dell'esito positivo della valutazione e dovranno procedere, entro il termine di 20 giorni dalla di lettura della medesima comunicazione, a inviare - sempre servendosi della predetta piattaforma - la documentazione indicata al paragrafo 11 dell’avviso n. 2 del 2016.

Tra le associazioni utilmente classificate in graduatoria, diverse hanno sede legale in provincia di Caserta.

Al sesto posto della graduatoria finale e con 36mila euro di contributo ministeriale troviamo l’associazione di volontariato Gianluca Sgueglia, che con il progetto “OrtoBioSocialeSinergico” propone un coinvolgimento attivo di ragazzi “a rischio” nella creazione di un orto sinergico, affinché imparino senso di comunità e norme di corretta alimentazione.

Si è classificata al tredicesimo posto, con un contributo pari a 35.9774,11 euro, la proposta di Geofilos Atella, “orti.net, coltiviAmo la socialit@”.

Al quindicesimo posto, con un contributo del Ministero pari a 13.200,00 euro, si colloca la proposta presentata dall’associazione “Black and White” di Castel Volturno , con il progetto “Sport Together Is Better”.

L’Istituto Studi Atellani, al 18°posto e con un contributo complessivo di 36mila euro, darà infine vita al progetto “Atella Viva: cultura, volontariato, cambiamento”.

Questo buon risultato su scala nazionale delle organizzazioni casertane è senz’altro un motivo di vanto per il CSV Asso.Vo.Ce., che negli ultimi anni ha lavorato affinché queste sviluppassero autonomia progettuale ed intraprendenza: il fatto che associazioni anche di costituzione recente (l’associazione Gianluca Sgueglia si avvicina ora al sesto anno di attività) abbiano saputo porsi in maniera così competente con il Ministero comprova la qualità dei “semi” che il CSV ha saputo spargere sul territorio e le capacità di crescita delle organizzazioni di volontariato della provincia di Caserta.

Per scaricare la graduatoria: LINK