“Diritti in campo” appuntamento il 9 luglio alle 18,30 a Castel Volturno con Jerry Essan Masslo e Cooperativa sociale “Altri Orizzonti”

È giunta alla ventunesima tappa – con un incontro che si terrà a Castel Volturno domani 9 luglio presso la Casa di Alice - il Festival dell’Impegno Civile, l’iniziativa che da ormai nove anni il Comitato don Peppe Diana e Libera – Coordinamento provincia di Caserta promuovono sui "beni liberati" dall'oppressione delle organizzazioni criminali.

Il Festival dell'Impegno Civile – Le Terre di Don Peppe Diana”, è la prima kermesse italiana ad essere interamente realizzata sui beni sottratti alle mafie, realizzata innanzitutto attraverso l’impegno dei tanti volontari e la valorizzazione delle migliori esperienze artistico-culturali territoriali: per la IX edizione il tema prescelto è “Il Coraggio delle Scelte” , con uno speciale riferimento agli imprenditori no profit e profit che hanno deciso di lavorare per la promozione di una nuova economia, più attenta verso le persone, il territorio e lo sviluppo locale.

L’incontro del 9 luglio, che si terrà alle 18,30 in Baia Verde – Viale del Correggio 13, è intitolato “Diritti in Campo”, ed è dedicato al tema dei diritti sul lavoro in una terra ancora profondamente martoriata dal capolarato. Le associazioni promotrici – Jerry Essan Masslo e Cooperativa Sociale Altri Orizzonti – proveranno ad evidenziare come le buone pratiche, gli sforzi della cittadinanza attiva e il coraggio messo in campo da chi ha deciso di non abbassare più la testa, ad oggi rappresentano una sana e sostenibile alternativa.

Porteranno i loro saluti il presidente della Jerry Masslo Renato Natale, il sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo, il coordinatore del Comitato Don Diana Valerio Taglione ed il Referente provinciale Libera Gianni Solino; interverranno Tammaro Della Corte della Flai – Cgil e realtà dei Gruppi di Acquisto e della Filiera Corta. Saranno presentati il progetto “Funky Tomato – Il pomodoro a filiera partecipata” e le opere fotografiche di Roberto Salomone: seguiranno la sfilata Made in Castel Volturno, una cena multietnica a cura delle donne coinvolte nel progetto LaRes ed il concerto di musica etnica “Sulla Via del Griot dal Mali al Mediterraneo”.

Si allega locandina