Si ricorda che è possibile pubblicare le proprie attività sulla newsletter quindicinale del CSV Asso.Vo.Ce. inviando un'e-mail all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro le ore 19.00 della giornata antecedente alla pubblicazione della stessa, indicando titolo dell'iniziativa, data, luogo e finalità dell'incontro.

Potranno essere allegati al messaggio comunicati stampa, brochure, locandine, etc.

Per ragioni logistiche, chiediamo di indicare sempre i recapiti di chi promuove l'iniziativa: questi potranno essere utilizzati sia dalla Referente d'area (che si riserva la facoltà di contattare gli organizzatori per raccogliere ulteriori informazioni) che essere pubblicati in calce alla notizia pubblicizzata (qualora il referente dell'attività non desiderasse che i propri contatti vengano citati in newsletter dovrà espressamente indicarlo, fornendo, se è possibile, riferimenti alternativi).

La prossima newsletter sarà pubblicata Venerdì 8 Gennaio 2016 

 

COMUNICAZIONI DAL CSV ASSO.VO.CE.

Chiusura in occasione delle festività Natalizie

Si informano le associazioni di volontariato della provincia di Caserta che in occasione delle festività Natalizie il CSV Asso.Vo.Ce. resterà chiuso dal 23 Dicembre 2015 al 6 Gennaio 2016.

Le attività riprenderanno regolarmente Giovedì 7 Gennaio 2016.

 

NUOVI ORARI SPORTELLI TERRITORIALI DA GENNAIO AD APRILE 2016

Si informano le associazioni di volontariato che afferiscono agli sportelli territoriali di Santa Maria a Vico e di Casal di Principe che a partire da Gennaio, e fino alla fine di Aprile 2016, gli uffici saranno aperti il venerdì mattina (e non più il venerdì pomeriggio) dalle 10,00 alle 13,30.

Gli orari di apertura delle rimanenti giornate resteranno inalterati.

 

Corso di formazione “Progettazione europea: le tecniche di progettazione e come costruire le reti a cui può partecipare il volontariato”, ultimo giorno per le iscrizioni

Clicca qui per scaricare la scheda di iscrizione

Partirà dal prossimo 15 Gennaio il corso di formazione “Progettazione europea: le tecniche di progettazione e  come costruire le reti a cui può partecipare il volontariato”, promosso dal CSV Asso.Vo.Ce. ed aperto a volontari ed aspiranti volontari della provincia di Caserta che abbiano già frequentato un corso di progettazione sociale, e che intendano aprirsi all’esperienza dei progetti Europei.

L’Unione Europea offre sempre più spesso ad associazioni del Terzo Settore l’opportunità di realizzare progetti sociali di respiro internazionale, che finanziano le più svariate attività: programmi come Progress, Europa per i Cittadini, Erasmus Plus, Life o Comenius mettono in moto energie nuove sul nostro territorio, anche grazie al contributo di paesi e culture diverse.

Considerando il livello avanzato delle attività formative, potrà accedere al corso sulla progettazione europea soltanto chi ha già frequentato, in passato, corsi di progettazione sociale: la partecipazione a tali percorsi formativi dovrà essere dimostrata con attestati di frequenza validi.

I destinatari delle attività formative: Il corso di formazione è rivolto a volontari ed aspiranti volontari della provincia di Caserta che abbiano già frequentato un corso di progettazione sociale. L’effettiva partecipazione a pregressi corsi di progettazione sociale dovrà essere dimostrata allegando alla scheda di iscrizione  copia dei relativi attestati di partecipazione.

Nello specifico:

  • Potranno partecipare  tutti i soci delle organizzazioni di volontariato (OdV) costituite ai sensi della legge 266/91 con sede legale in provincia di Caserta
  • Ogni OdV non potrà indicare più di un volontario per associazione
  • Si intendono per "aspiranti volontari" membri della società civile, residenti nella provincia di Caserta, che desiderino lanciarsi in un'esperienza di volontariato, e che attraverso la partecipazione a tale percorso formativo intendano acquisire ulteriori informazioni sulle attività delle OdV
  • Qualora le iscrizioni al percorso formativo eccedessero l'effettiva capienza dell'aula formazione, il CSV Asso.Vo.Ce. si riserva la possibilità di operare una selezione delle istanze ricevute, privilegiando chi già opera all'interno di un'OdV.

Le iscrizioni dovranno pervenire esclusivamente entro le ore 19.00 del giorno 18 dicembre 2015 compilando questa (link)  scheda di iscrizione in ogni sua parte, e trasmettendola alla segreteria organizzativa del CSV nelle seguenti modalità:

  • a mano presso il CSV Asso.Vo.Ce. Via La Rosa, 47 Maddaloni (Ce)
  • tramite e-mail, all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • tramite fax, al numero 0823/214878

 

IMPORTANTE: E’ obbligatorio allegare alla scheda di iscrizione copia di un attestato che certifichi la pregressa partecipazione ad un corso di progettazione sociale, PENA IL RIGETTO D’UFFICIO DELLA DOMANDA.

Per scaricare la scheda di iscrizione: Clicca qui

Per approfondimenti su modalità di frequenza e di iscrizione,  programma: Clicca qui

 

RECLAMI ASL CASERTA

Il Comitato Partecipativo e Consultivo Misto ASL Caserta a disposizione per raccogliere le segnalazioni dei cittadini.

Per segnalazioni: compila il form online o scrivi a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Comitato Partecipativo e Consultivo Misto dell’Azienda Sanitaria Locale di Caserta, composto dal Centro Servizi per il volontariato Asso.Vo.Ce., e dalle associazioni:  Tribunale per i Diritti del Malato, Avo Santa Maria Capua Vetere, ISDE Caserta e Centro STP/ENI Caritas Succivo, ai fini di promuovere il diritto della cittadinanza a sporgere segnalazioni alla ASL, nonché per supportare l’Azienda Sanitaria nel monitoraggio dei servizi erogati, informa tutti gli assistiti che a partire dalla data odierna sarà possibile inoltrare reclami, suggerimenti e apprezzamenti all’Ufficio Relazioni con il Pubblico – URP compilando l’apposito form online,  o contattando il Tribunale dei Diritti del malato all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La comunicazione dovrà  essere chiara e deve contenere tutte le informazioni utili per individuare precisamente il fatto. In particolare, devono essere ben specificati:

  • Dati identificativi del segnalante (nome, cognome, indirizzo, email, telefono)
  • Il contenuto della segnalazione (reclamo, suggerimento o apprezzamento)
  • il fatto (cosa è successo);
  • le modalità di svolgimento del fatto (come è successo).

Che cos’è il Comitato Partecipativo e Consultivo Misto?

Il Comitato Partecipativo e Consultivo misto è un organismo composto da rappresentanti dell’ASL e  da quelli delle Associazioni nella loro dimensione di cittadinanza attiva, di portavoce e interpreti dei bisogni e delle esigenze dei cittadini. Come tale, il Comitato nasce e opera come spazio di confronto partecipato con l’obiettivo di individuare, concertare e promuovere iniziative finalizzate a migliorare la qualità dei servizi

Perché segnalare?

Perché è un diritto – dovere del cittadino, che attraverso la procedura della segnalazione può evidenziare eventuali ostacoli o difficoltà nell’erogazione dei servizi di cui necessità

Perché l’ASL, attraverso le segnalazioni dei cittadini, può registrare eventuali problematiche territoriali e provvedere al miglioramento delle prestazioni erogate.

Per ulteriori informazioni:

UOC URP e Comunicazione ASL Caserta: tel 0823/445134 - 445436

Per inviare il proprio reclamo tramite e-mail, e per ulteriori informazioni sulle modalità di segnalazione:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per compilare il form online:  LINK

 

CONSULENZE FISCALI E LEGALI PRESSO IL CSV ASSO.VO.CE.

Avvocato disponibile su appuntamento

Si ricorda alle organizzazioni di volontariato della provincia di Caserta che il CSVAsso.Vo.Ce. offre, su appuntamento, un servizio di consulenza legale ( Studio Legale Di Muro Annunziata).

Il suddetto Studio Legale offrirà pareri sulle seguenti materie:

  • civilistica
  • amministrativa
  • giuslavorista
  • stragiudiziale

Le consulenze saranno erogate, solo su appuntamento, presso il CSV Asso.Vo.Ce ( Via La Rosa, 47 Maddaloni), al primo piano della Stazione ferroviaria di Maddaloni Inferiore).

 

Appuntamento con il commercialista il giovedì pomeriggio

Si informano le OdV della provincia di Caserta che le consulenze a cura del dott. Commercialista Giuseppe Raffone  sono possibili  presso la sede del CSV Asso.Vo.Ce. in Via La Rosa, 47 Maddaloni solo su prenotazione.

Per fissare un appuntamento è possibile contattare la segreteria organizzativa del CSV Asso.Vo.Ce. al numero 0823-326981.

 

RIFORMA TERZO SETTORE

Emendamenti ancora in discussione in Commissione I: le proposte di Lepri verso una nuova definizione di Terzo Settore

Prosegue  in Commissione I Affari Costituzionali del Senato la discussione circa il DDL S 1870 di riforma del terzo settore: in attesa della primavera, presunta data di pubblicazione degli atti finali della nuova legge. Il senatore Lepri – già relatore della legge – ha ritirato un emendamento e ne ha presentati altri due, che di fatto provocherebbero una serie di cambiamenti davvero significativi per il Terzo Settore e nella revisione del codice civile.

Vediamo nel dettaglio i cambiamenti proposti:

Emendamento 1.100 (in relazione all’articolo 1, comma 1, lettera a):

Lepri sostituisce, nella frase “La libera iniziativa dei cittadini che si associano per conseguire il bene comune”, i termini “libera” (che diventa  “autonoma”) , ma soprattutto “si associano” con “concorrono” (perifrasi che forse meglio suggerisce la responsabilità individuale nella persecuzione del bene comune, ma lascia un po’ sullo sfondo il concetto di associazionismo).

Altra novità: scorrendo l’emendamento, emergono chiari riferimenti sia al mondo del volontariato che a quello delle Onlus (cui già si faceva riferimento nella dicitura “enti senza scopo di lucro”: nell’elenco delle finalità che caratterizzano gli enti privati del Terzo Settore, affianco a quelle civiche e solidaristiche appaiono quelle di utilità sociale, ed alle forme di azione contemplate si aggiungono quelle “volontarie e gratuite”.

Emendamento 3.100 (in relazione all’articolo 3 – Revisione del titolo II del libro primo del codice civile, comma 1, lettera a)

In questo articolo Lepri richiede , in riferimento alla revisione ed alla semplificazione del procedimento di riconoscimento della personalità giuridica, di “definire le informazioni obbligatorie da inserire negli statuti e negli atti costitutivi”.

Per maggiori informazioni è possibile consultare lo specchietto riepilogativo realizzato da infocontinua.it

Per consultare l’allegato: LINK

Per leggere il testo della discussione in senato: LINK

 

OPPORTUNITÀ PER ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO

In evidenza:

SCADENZA: 12 FEBBRAIO

COMPAGNIA DI SAN PAOLO, FONDAZIONE CON IL SUD E FONDAZIONE CARIPLO

Dopo tre anni di implementazione del Transatlantic Forum on Inclusive Early Years in Italia – forum volto a diffondere e stimolare l’investimento nella prima infanzia con un particolare focus sui bambini appartenenti a famiglie in situazione di rischio o in condizione di disagio e povertà – Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariplo e Fondazione con il Sud, con l’accompagnamento scientifico di Fondazione Zancan e in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, hanno deciso di inaugurare una nuova fase dell’iniziativa attraverso la promozione in modo congiunto e coordinato del bando nazionale Infanzia, Prima.

Il bando consente a partenariati territoriali e progetti esemplari sviluppati in diverse aree italiane di sperimentare soluzioni altamente innovative di investimento per la fascia di età da zero a sei anni, con la possibilità di mettere a punto servizi e offerte potenzialmente rimodulabili su altri territori, capaci di generare meccanismi di partecipazione attiva dei soggetti coinvolti e quindi di contribuire alla loro sostenibilità nel medio-lungo termine e con un impatto sociale effettivamente misurabile su bambini e famiglie dei territori interessati.

Gli obiettivi di Infanzia, Prima sono: ampliare e qualificare le possibilità di accesso ai servizi di educazione e cura da parte di bambini della fascia d’età 0-6 anni appartenenti a famiglie svantaggiate o di bambini di questa fascia d’età che vivono in territori disagiati e incrementare la fruizione dei servizi da parte di bambini della fascia d’età 0-6 anni e delle rispettive famiglie attraverso soluzioni innovative, modulari e flessibili.

In Italia le politiche, i servizi e l’investimento a favore dei bambini della fascia 0-6 anni e delle loro famiglie conoscono da anni condizioni di forte scarsità di risorse economiche, di frammentarietà nella gestione dei servizi, di discontinuità delle offerte, di mancanza di raccordo tra i soggetti coinvolti, di bassa innovazione, sperimentazione e diffusione di nuove pratiche. Tutto ciò in un contesto in cui i dati relativi alla povertà infantile, soprattutto in alcune zone del nostro Paese, continuano a dimostrare la necessità di un cambio di passo a tutti i livelli, nazionale e locale, di impegno da parte di tutti i soggetti coinvolti, di individuazione di nuovi percorsi in cui le famiglie e altri soggetti finora non implicati in questo settore possano essere attivamente coinvolti e responsabilizzati per la costruzione di territori a misura di bambino.

Compagnia di San Paolo, Fondazione con il Sud e Fondazione Cariplo vogliono con questo bando intendono contribuire a diffondere la cultura dello zero-sei,  stimolando  l’attenzione e l’interesse degli enti nazionali e locali verso le esigenze e le potenzialità dei bambini, con un focus specifico rivolto ai bambini appartenenti a famiglie in situazioni di svantaggio, attraverso la messa a disposizione di risorse che stimolino sperimentazioni innovative su diversi territori italiani e possano diventare esperienze di riferimento. Il bando mira infatti a stimolare e accompagnare sperimentazioni innovative nel campo della cura e dell’educazione dei bambini della fascia 0-6 anni. L’innovazione è intesa sia come lo sviluppo di nuove idee, servizi e modelli operativi, sia come la trasformazione di risposte esistenti. L’innovazione comporta “capacità inedite” nell’affrontare i problemi con migliori esiti per target definiti di popolazione e con previsioni di impatto sociale positivo.

Infanzia, Prima è rivolto a partenariati pubblico-privati rappresentativi dei territori di riferimento e composti da almeno tre soggetti pubblici e privati non profit che mettano a disposizione le proprie risorse, infrastrutture e competenze specifiche.

Le idee progettuali relative alle sperimentazioni nell’ambito del bando devono essere presentate via mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

In una prima  fase le fondazioni promotrici raccoglieranno, idee relative a sperimentazioni innovative sui temi dell’educazione e della cura della prima infanzia, secondo le caratteristiche e i criteri indicati nel bando.

Seguirà una seconda fase che consentirà agli enti promotori delle idee selezionate di mettere a punto tutti i dettagli della sperimentazione che intendono proporre nell’ambito del bando.

Durante questa fase, verrà assicurata, ad opera di Fondazione Zancan, ai promotori di ciascuna idea progettuale un’adeguata attività di accompagnamento, formazione e assistenza, al fine di sostenerli nell’elaborazione di un dettagliato e completo progetto.

Per maggiori informazioni: LINK

 

SCADENZA: 20 Dicembre – Domenica

LEROY MERLIN ITALIA - YUNUS SOCIAL BUSINESS CENTRE UNIVERSITY OF FLORENCE

‘La casa ideale” – Premio per progetti di inclusione sociale

“La casa ideale” è un’iniziativa di Leroy Merlin Italia e Yunus Social Business Centre University of Florence in collaborazione con Fondazione Italiana Accenture, che intende selezionare i 30 migliori progetti di accoglienza e inclusione sociale proposti da organizzazioni non profit per premiarli con l’accesso a costo ridotto ai prodotti Leroy Merlin.

“La casa ideale” si rivolge a tutte le organizzazioni non profit operative sul territorio italiano e attive da almeno due anni, che potranno candidare le proprie iniziative dalle ore 12.00 del 1° giorno fino alle ore 12:00  del 20° giorno di ogni mese a partire da Giugno 2015 fino a Dicembre 2015 (con esclusione del mese di Agosto).

Nello specifico, si intende:

- Promuovere una migliore gestione delle strutture per rendere gli spazi più adatti alle attività svolte

- Favorire lo sviluppo di iniziative di promozione ed inclusione sociale

- Favorire l’occupazione di persone in condizione di svantaggio sociale

Partecipare al concorso offre anche l’opportunità di acquisire competenze per realizzare le proprie iniziative: sarà infatti a disposizione dei concorrenti un corso e-learning con video tutorial e schede esplicative per un ottimale utilizzo dei prodotti e per rendere fruibili, abitabili e più adatti, gli spazi dedicati alle vostre iniziative.

Si potranno candidare le proprie iniziative dalle ore 12.00 del 1° giorno fino alle ore 12:00  del 20° giorno di ogni mese fino a dicembre 2015 (con esclusione del mese di agosto).

Per candidare la propria iniziativa è necessario:

- accedere al form di partecipazione (registrazione on line);

- effettuare la registrazione alla piattaforma ideaTRE60 (come persona giuridica) o il login, una volta registrati;

- iniziare la compilazione del form di partecipazione, inserendo il ‘titolo’ della propria iniziativa;

- completare il corso e-learning propedeutico, ma facoltativo, per la partecipazione al Concorso;

- concludere la compilazione di tutti i campi del form di partecipazione e allegare i documenti richiesti;

- inviare la propria iniziativa cliccando su ‘invia idea’.

Per chiarimenti su regolamento e modulistica, scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per domande sui prodotti Leroy Merlin Italia, scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per supporto tecnico, scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina web dell’iniziativa http://lacasaideale.ideatre60.it/

 

SCADENZA: 21 Dicembre – Lunedì

DIGITAL FOR SOCIAL 

Il digitale al Servizio delle Buone Idee

Digital for Social è un bando, promosso da Fondazione Vodafone Italia, per scoprire e sostenere progetti di tecnologia digitale proposti da organizzazioni del Terzo Settore che operano o che desiderano operare nell’ambito del disagio giovanile o dell’aiuto e dell’assistenza ai bisogni di giovani in situazione di svantaggio.

Fondazione Vodafone sostiene da sempre le buone idee che si pongono al servizio della società ec rede fortemente nella tecnologia digitale come strumento indispensabile per le organizzazioni nella ricerca di soluzioni innovative alle sfide che la società presenta.

Digitalizzare il terzo settore significa aumentare l’efficacia e l’efficienza delle organizzazioni non profit attraverso la tecnologia, purché essa diventi strumento integrante dell’attività sociale.

Per presentare un progetto, occorre:

  • inoltrare la candidatura compilando l’apposito form online (disponibile qui: http://fondazionevodafone.digitalforsocial.it/pagina-custom/);
  • scaricare gli appositi moduli ed allegare i documenti richiesti;
  • allegare una spiegazione video del progetto fornendo un link (Youtube, Vimeo).

Per ulteriori informazioni è possibile scaricare qui: LINK il Regolamento e le FAQ.

Fondazione Vodafone Italia offre ai migliori progetti selezionati la somma totale di 1.500.000€, da destinare in erogazioni dirette. Se necessaria, potrà essere anche offerta consulenza su servizi strumentali alla produzione e alla realizzazione del progetto.

 

FONDAZIONE MISSION AIUTARE I BAMBINI – FONDAZIONE CON IL SUD

Al via il bando #LaNostraScuola: 300.000 euro per interventi di manutenzione partecipata nelle scuole del Mezzogiorno

L’edilizia scolastica in Italia non gode di buona salute: degli oltre 41.000 edifici scolastici statali, numerosi avrebbero bisogno di manutenzione ordinaria o straordinaria, come varie indagini statistiche hanno rilevato e come periodicamente ci viene ricordato da episodi più o meno gravi, che vanno dalla caduta di calcinacci in aula al crollo di interi soffitti.

Per migliorare il decoro e la qualità degli edifici scolastici nel Mezzogiorno, dove la situazione è particolarmente critica, Fondazione Mission Bambini e Fondazione CON IL SUD promuovono insieme il Bando #LaNostraScuola. Il Bando - che prevede uno stanziamento complessivo massimo di 300.000 euro - è rivolto alle organizzazioni non profit e in particolare alle associazioni di genitori, che devono presentare richiesta insieme all’istituto scolastico pubblico dove si intendono realizzare gli interventi (scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo o secondo grado, istituti comprensivi). Saranno sostenute esclusivamente attività di manutenzione ordinaria, come ad esempio: tinteggiatura di pareti, rifacimento di piccole parti di intonaco, sostituzione o riparazione di componenti idraulici, serramenti interni, verniciatura di grate o cancelli, pulizia di spazi esterni.

Per maggiori informazioni: http://www.missionbambini.org/lanostrascuola

 

SCADENZA : 31 DICEMBRE - Giovedì

Criteri per la concessione da parte del Dipartimento della Protezione Civile dei contributi per il finanziamento di progetti presentati dalle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile nel triennio 2013-2015

Il Dipartimento della Protezione civile - Presidenza del Consiglio dei Ministri ha diffuso i Criteri per la concessione dei contributi per il finanziamento di progetti presentati dalle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile nel triennio 2013-2015.

Possono presentare domanda le organizzazioni di volontariato di protezione civile iscritte nell'elenco centrale del Dipartimento della Protezione civile e le organizzazioni iscritte negli elenchi territoriali delle Regioni e delle Province autonome di Trento e di Bolzano

 I contributi possono essere erogati per progetti finalizzati:

- Misura 1 – al potenziamento attrezzature e mezzi;

- Misura 2 - alla diffusione della cultura della protezione civile mediante la formazione e l'informazione alla popolazione in materia di previsione e prevenzione dei rischi e in materia di protezione civile;

- Misura 3 - al miglioramento delle preparazione tecnica mediante lo svolgimento delle pratiche di addestramento e di ogni altra attività diretta a conseguire un miglioramento qualitativo ed una maggiore efficacia dell'attività espletata dalle organizzazioni.

La modalità di richiesta del contributo dipendono dalla quota per cui si presenta la domanda:

- Per la quota nazionale i progetti possono essere presentati solo dalla struttura di coordinamento nazionale delle organizzazioni iscritte nell'elenco centrale; tali richieste dovranno pervenire al Dipartimento esclusivamente attraverso posta elettronica certificata all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

- Per la quota regionale le organizzazioni iscritte negli elenchi territoriali possono presentare progetti inviandoli alle Regioni o Province autonome di appartenenza.

- Per la quota locale, invece, le organizzazioni iscritte agli elenchi territoriali (che non presentano progetti per il potenziamento delle colonne mobili regionali) possono presentare progetti per l'acquisizione di nuove attrezzature e mezzi, inviandoli al Dipartimento mediante posta elettronica certificata all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per informazioni: LINK

 

TECHSOUP ITALIA

Programma di donazione prodotti informatici

Il Programma di Donazione TechSoup Italia offre un'ampia gamma di prodotti di aziende quali Microsoft, Symantec, Cisco e Autodesk a organizzazioni che rispondano ai criteri di eleggibilità richiesti dai Partner Donatori. Le stesse aziende si impegnano anche a offrire la formazione necessaria all'utilizzo dei prodotti acquistati.

Le organizzazioni possono ordinare software e hardware che pagheranno ad un prezzo simbolico, scontato del 96% su quello al dettaglio.

Possono fare richiesta onlus, ong, cooperative sociali, associazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, fondazioni e organizzazioni che abbiano lo stato di onlus.

Per poter partecipare l'organizzazione deve procedere con la registrazione on line sul sito http://www.techsoup.it e inviare una copia del proprio statuto, dell'atto costitutivo, del documento certificante l'assegnazione del codice fiscale e dell'autocertificazione, scannerizzata via mail o via fax.

Di seguito verrà inviata una e-mail, o di conferma, contenente anche le indicazioni per effettuare l'ordine, o di diniego nel caso in cui l'organizzazione non abbia i requisiti.

Per maggiori informazioni: http://www.techsoup.it/getting_started

 

SCADENZA: 12 FEBBRAIO

FONDAZIONE CON IL SUD

Volontariato: con il sud che partecipa. In concorso idee per promuovere il Volontariato

L’obiettivo dell’iniziativa “Con il Sud che partecipa”, promossa dalla Fondazione CON IL SUD e rivolta alle organizzazioni non profit di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia, è proprio quello di sollecitare l’impegno dei cittadini in attività di volontariato al Sud, capaci di generare utilità sociale.

L’Iniziativa si articola in due fasi: fino al 12 febbraio le organizzazioni di terzo settore e volontariato potranno presentare, esclusivamente online tramite il sito della Fondazione http://progetti.fondazioneconilsud.it/portal/page223a.do?link=kln1.redirect ), idee per avvicinare i cittadini al volontariato, valorizzando il loro impegno per il bene comune e provocando effetti di profonda innovazione nei contesti in cui vivono: meccanismi duraturi ed efficaci di cittadinanza attiva, impatto in termini di visibilità e capacità di coinvolgimento. Le idee proposte potranno prevedere interventi in diversi ambiti. A titolo esemplificativo: accoglienza degli immigrati, assistenza legale a categorie svantaggiate, assistenza ospedaliera (supporto malati oncologici, animazione in reparto, servizi alla persona, ecc.), contrasto delle dipendenze (alcol, droga, ludopatie, ecc.), emergenze (rifiuti, caldo, freddo, sangue, incendi, ecc.), accompagnamento turistico, mobilità sostenibile (pedibus, ciclofficine, bike sharing, ecc.), riqualificazione degli spazi (orti urbani o sociali, pulizia di spazi comuni, ecc.), sicurezza stradale, sistemazione di archivi storici, tutela ambientale, assistenza e inserimento sociale di soggetti svantaggiati (anziani, disabili, detenuti, ecc.), sorveglianza di scuole, giardini comunali, beni comuni e luoghi di pubblico interesse (nonni vigili, volontariato di quartiere, ecc.), e altri ancora. Le proposte potranno riguardare situazioni di emergenza o problematiche territoriali persistenti.

Nel corso della seconda fase le idee selezionate dalla Fondazione saranno convertite in progetti esecutivi, attraverso una proposta di intervento più dettagliata e completa.

Le partnership progettuali dovranno essere composte da almeno 3 organizzazioni: oltre al terzo settore e al volontariato potranno essere coinvolte istituzioni, università, mondo economico e della ricerca.

Le idee saranno selezionate anche in base alla sostenibilità e alla capacità di promuovere in maniera efficace le iniziative proposte, per condividerle con la comunità locale e diffondere esperienze potenzialmente esemplari per altri territori.

Per ulteriori informazioni: LINK

 

L’AGENDA DELLE ASSOCIAZIONI

18 DICEMBRE – VENERDÌ

LA RES – NCO

“Facciamo un pacco alla Camorra” arriva a Caserta

Sarà presentato Venerdì 18 Dicembre a partire dalle ore 18,30 presso il centro Sportivo di Ercole (in Via Santonastaso) la nuova edizione de Il Pacco alla Camorra. Il progetto, sostenuto dalla Fondazione con il Sud, si pone l'obiettivo di rendere sostenibili i percorsi di economia sociale sui beni confiscati attraverso l'implementazione di tre principali filiere di economia sociale (Agroalimentare, della Comunicazione Sociale e del Turismo Responsabile). La rete, aperta anche ad organizzazioni for profit che ne condividono gli intenti, è costituita da 11 imprese che hanno individuato quale organo comune il consorzio "N.C.O. – Nuova Cooperazione Organizzata" e organo di garazia Libera e il Comitato don Peppe Diana.

Interverranno: Giuseppe Perrotta (Direttore Quotidiano Noicaserta.it ), Gennaro Castaldi (Presidente CSV Asso.Vo.Ce.), Giuseppe Pagano (Nuova Cooperazione Organizzata), Angelo Rispoli (Presidente ASD Robur Caserta), Massimo Rossi (Presidente Tennis Club Caserta ), Nicola Scaringi (Presidente Regionale ASI), Giovanni Beatrice (Delegato provinciale FIGC).

 

20 DICEMBRE – DOMENICA

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI

Una giornata speciale a Carditello

Dalle 9,30 alle 13 di domenica 20 Settembre sarà realizzata un’apertura straordinaria della Reggia di Carditello, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali

L’iniziativa partirà alle ore 9,30 con la visita all’Appartamento Reale; la giornata proseguirà alle 11 con il concerto dei Musici di Corte e del gruppo vocale “Ave Grata Plena”.

La manifestazione si svolge con la collaborazione del Comune di San Tammaro e di Agenda 21.

 

FONDAZIONE UNICREDIT – ASSOCIAZIONE LEO ONLUS

Il mio Dono

Anche quest’anno ritorna la campagna Unicredit "Il click che fa la differenza!", il nuovo appuntamento del progetto "1 voto, 200.000 aiuti concreti": attraverso questa azione, Unicredit donerà alle Onlus iscritte sul sito www.ilmiodono.it più votate dagli utenti di internet finanziamenti per la realizzazione di progetti di solidarietà. Ogni click donato ad un progetto varrà un voto (che diventeranno 4, qualora al click si unisca anche una donazione di almeno 10 euro), che consentirà alle organizzazioni che avranno raccolto un minimo di 150 voti di poter riscuotere fino a 12mila euro (per un totale complessivo di 200mila euro che Unicredit ha messo in palio per il progetto).

Sarà possibile votare per i propri progetti del cuore dal 3 Dicembre al 18 gennaio 2016.

Tra le associazioni accreditate sul portale Il Mio Dono, segnaliamo L'Associazione Leo Onlus Ong, che attraverso i voti ricevuti aspira a finanziare il progetto Sunrises in Madagascar, attraverso il quale l’organizzazione ha dato vita ad un Centro Polifunzionale di 2500mqdi struttura coperta nel villaggio di Ambohinaorina, da mantenere e rinforzare.

Per votare il progetto di Leo Onlus: LINK

 

NELLA RETE

Cercasi protagonisti per il Presepe Vivente

L' Associazione onlus "NELLA RETE" - Parrocchia M SS. Annunziata- in San Cipriano d'Aversa, quale momento aggregativo dei cittadini, per il secondo anno consecutivo propone il "PRESEPE VIVENTE". L'obiettivo della realizzazione del Presepe Vivente, non vuole essere soltanto un invito a riscoprire un'antica tradizione, ma un'esortazione allo stupore: tantissime comparse impegnate in un contesto attentamente progettato e realizzato secondo i riferimenti storici riportati dai testi. I visitatori, vivranno lo stupore dinanzi al mistero dell'incarnazione del Verbo, ed anche emozione di fronte all'impegno di giovani e meno giovani nella realizzazione di questa iniziativa.

Il presepe vivente sarà visitabile in Via Municipio 19 a San Cipriano d’Aversa nei seguenti giorni:

  • 26 Dicembre: ore 17,30 – 20,00
  • 27 Dicembre: ore 18,00 – 21,00
  • 2,3 e 6 Gennaio : ore 18,00 – 21,00

Per informazioni  ed iscrizioni è possibile recarsi presso “I Giardini che Nessuno sa” , in Via Pirandello a San Cipriano d’Aversa, tutti i sabati dalle 16 alle 18, o rivolgersi a Don Vincenzo Verde nella parrocchia di Maria SS. Assunta.

Per scaricare la locandina: LINK