Sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it)

gli elenchi con i dati relativi al numero delle preferenze espresse dai contribuenti nel  2013  per  la  destinazione  del  5 per mille  e  gli importi  attribuiti agli enti che hanno chiesto di accedere al beneficio.

Le liste degli ammessi e degli esclusi sono consultabili online sul sito dell’Agenzia delle Entrate a questo LINK e sono suddivisi in due elenchi: il primo comprende le realtà che hanno accumulato scelte dal valore complessivo superiore a 1169,13 euro, il secondo tutte le altre.

L’elenco è stato diffuso a ridosso della campagna online #fuorileliste, con la quale enti del Terzo Settore e professionisti del Fundraising hanno chiesto che fossero resi pubblici gli importi per il 5 per mille 2013,  per i quali le organizzazioni che hanno richiesto di accedere al beneficio hanno dovuto aspettare tempi insolitamente lunghi, il che ha reso particolarmente complessa la pianificazione degli investimenti per l’anno in corso.

In risposta a chi  – come Edo Patriarca, presidente Centro Nazionale del Volontariato, ha fatto presente che la pubblicazione degli elenchi per il 2 per mille (destinato ai partiti politici) non ha richiesto alcuna sollecitazione, l’Agenzia delle entrate ha specificato, con nota diffusa il 14/05/15, che “Le  tempistiche  relative  alla  pubblicazione  degli  elenchi  del  2,  5  e  8  per  mille  sono regolate da diverse normative. In particolare, per garantire la corretta ripartizione delle somme relative al 5 per mille, l’Agenzia ha dovuto effettuare approfondimenti su alcuni soggetti.  Le  attività  di  verifica,  e  la  conseguenziale  elaborazione  delle  liste,  si  sono concluse solo oggi”.  

 

Per velocizzare i tempi di pagamento, è opportuno che tutti gli enti interessati forniscano all’Agenzia le proprie coordinate bancarie o postali, con le modalità illustrate alla pagina: LINK