Si ricorda che è possibile pubblicare le proprie attività sulla newsletter quindicinale del CSV Asso.Vo.Ce. inviando un'e-mail all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   entro le ore 19.00 della giornata antecedente alla pubblicazione della stessa, indicando titolo dell'iniziativa, data, luogo e finalità dell'incontro.

Potranno essere allegati al messaggio comunicati stampa, brochure, locandine, etc.

Per ragioni logistiche, chiediamo di indicare sempre i recapiti di chi promuove l'iniziativa: questi potranno essere utilizzati sia dalla Referente d'area (che si riserva la facoltà di contattare gli organizzatori per raccogliere ulteriori informazioni) che essere pubblicati in calce alla notizia pubblicizzata (qualora il referente dell'attività non desiderasse che i propri contatti vengano citati in newsletter dovrà espressamente indicarlo, fornendo, se è possibile, riferimenti alternativi).

La prossima newsletter sarà pubblicata Giovedì 26 Marzo 2015.

 Notizie dal CSV Asso.Vo.Ce.

Opportunità e Bandi

Bandi di Microprogettazione Sociale 2012-2013

Agenda delle Associazioni

Agenda Fiscale

(Cliccare sulle voci che interessano)

 

NOTIZIE DAL CSV ASSO.VO.CE.

CONSULENZE LEGALI PRESSO ASSO.VO.CE. – Avvocato disponibile su appuntamento

Si ricorda alle organizzazioni di volontariato della provincia di Caserta che il CSV Asso.Vo.Ce. offre, su appuntamento, un servizio di consulenza legale ( Studio Legale Di Muro Annunziata).

Il suddetto Studio Legale offrirà pareri sulle seguenti materie:

  • civilistica
  • amministrativa
  • giuslavorista
  • stragiudiziale

Le consulenze saranno erogate, solo su appuntamento, presso il CSV Asso.Vo.Ce. Via Volta 19/B Caserta.

 

GIORNATE DELLA SOLIDARIETÀ CSV ASSO.VO.CE.

Conciliazione famiglia – lavoro, le risposte del volontariato. Disponibile il report delle attività

Fiducia nelle relazioni, ma prima di tutto nelle proprie idee: è questo che è stato chiesto alle associazioni di volontariato che si sono presentate in massa Venerdì 16 gennaio al Polo Scientifico della Seconda Università degli Studi di Napoli, per parlare di Conciliazione famiglia – lavoro: è attorno a questo tema, e a come il volontariato può supportare tale processo, che è stata dedicata la prima giornata della solidarietà promossa dal CSV Asso.Vo.Ce.

Hanno partecipato all’evento quasi settanta volontari, in rappresentanza, complessivamente, di 28 associazioni di volontariato: la quasi totalità dei presenti (il 97% del totale) ha preso parte attiva ai gruppi di lavoro e di approfondimento promossi in seno all’iniziativa: Assistenza ed Accudimento, Pari Opportunità e Prevenzione della Povertà.

A fronte di un clima sociale che vede diradarsi l’opportunità di finanziamenti pubblici, ed al costante rischio per il volontariato di essere snaturato nelle proprie funzioni – da “complemento etico” delle istituzioni, ormai troppe volte chiamato a sostituire le stesse-   le risposte più interessanti derivano dal profit “sociale” e da forme non convenzionali di non profit: il no al mero assistenzialismo, propugnato da anni, diventa oggi la conditio sine qua non per garantire la solidità dei progetti messi in campo dal volontariato.

Un volontariato che cresce insieme ai propri utenti, e che sa lanciarsi in sfide moderne, non deve avere tuttavia “paura di chiedere”. Senza tralasciare le istituzioni – che non possono essere tuttavia l’unico interlocutore di riferimento – i volontari del 2015 sanno raccontarsi, sanno avvicinare i membri della comunità, propongono idee da condividere, lanciano sfide, la prima delle quali rivolta proprio agli enti di erogazione: “Dateci fiducia, lasciateci continuare le nostre azioni, non fatele morire. Non vi fidate di noi? Venite a vedere quello che facciamo”.

I lavori si sono aperti con i  saluti di Gennaro Castaldi, presidente del CSV Asso.Vo.Ce. Ce, Antonio D’Onofrio, Direttore del Dipartimento di Matematica e Fisica della Sun e di Luisa Perinella, referente del Forum Casertano del Terzo Settore.

Ai saluti sono seguiti i tre gruppi di lavoro, facilitati da testimonial provenienti dal mondo del volontariato: per il gruppo di lavoro Assistenza ed Accudimento Gerarda Pascarella e Guglielmo D’Allocco (rispettivamente, A.Na.Vo. e A.I.P.D. ); per il gruppo di lavoro Pari opportunità Tiziana Carnevale e Adele Grassito (Spazio Donna), per il gruppo di lavoro Prevenzione della Povertà Giovanna Maciariello e Rosario Laudato (Forum Casertano del Terzo Settore e Generazione Libera) .

Dopo una breve pausa, i gruppi di lavoro si sono riuniti in plenaria, dove hanno esposto le proposte e le soluzioni rilevate a partire da alcune “prassi eccellenti”: il successivo dibattito è stato poi suddiviso in due sessioni: “Aiutare chi aiuta: nuovi strumenti per il fundraising” (con gli interventi di Marco Imperiale, Direttore di Fondazione con il Sud;  Maurizio Imparato di Eppela, una dei principali piattaforme di Crowdfunding presenti in Italia;  Raffaella Papa, presidente di Spazio alle Responsabilità) e “Aiutare di più, aiutare meglio: risorse istituzionali per la conciliazione tempi di lavoro – tempi della famiglia (con gli interventi di  Luciano Keller , consulente del lavoro, e  Marianna Pignata, Delegata alle Pari Opportunità della Sun) .

Il presidente del CSV Asso.Vo.Ce. Gennaro Castaldi ha dichiarato, in merito all’evento del 16 Gennaio “Questa giornata ha avuto il merito di sollecitare un confronto diretto tra le organizzazioni di volontariato e le istituzioni preposte a favorire la conciliazione tra i tempi di lavoro ed i tempi di vita, consentendo alle prime di acquisire nuovi strumenti e competenze, ed alle seconde di conoscere meglio le realtà del volontariato territoriale in vista di future collaborazioni. E’stata inoltre per noi l’opportunità per avviare una collaborazione con la Seconda Università degli Studi di Napoli, che sarà presto formalizzata attraverso uno specifico protocollo di intesa”.

In allegato:

Report

Sintesi dei tre gruppi di lavoro

Foto

Rassegna stampa

 

PROGETTO NUOVI VOLONTARI CRESCONO

Pubblicato l’Avviso per le OdV: c’è tempo fino al 25 Marzo

E’ stato pubblicato dal Centro Servizi al Volontariato “Asso.Vo.Ce” in data 05/03/15 l’invito a presentare manifestazioni di interesse al progetto “Nuovi Volontari Crescono”, finalizzato alla promozione del volontariato tra i giovani del triennio delle superiori e tra gli studenti universitari e rivolto alle associazioni di volontariato della provincia di Caserta.

Il progetto “Nuovi volontari crescono” mira a creare un percorso condiviso tra scuole, università  e associazioni di volontariato, attraverso attività congiunte che vedano sempre al centro lo studente: saranno creati percorsi di “formazione al volontariato” che prevedranno seminari informativi, stages esperienziali nelle associazioni e la realizzazione di elaborati creativi. Contestualmente alla realizzazione delle attività progettuali, sarà fornito ai giovani desiderosi di cimentarsi in tale attività,  supporto e accompagnamento nella creazione di nuove associazioni di volontariato.

Al termine del percorso formativo è prevista una mostra – convegno, nel corso della quale saranno presentati i prodotti realizzati e condivise le esperienze vissute. Saranno inoltre corrisposti agli istituti scolastici/Ateneo universitario frequentati dagli studenti ,che nel corso delle attività si saranno più evidenziati per impegno ed interesse, dei kit di materiale di cancelleria interamente offerti da Asso.Vo.Ce.

Le associazioni di volontariato intenzionate a partecipare dovranno rispondere all’invito in allegato, così come definito dall’apposito avviso.

Le istanze di partecipazione dovranno pervenire entro le ore 19:00 del giorno 25/03/2015 presso la segreteria organizzativa del CSV Asso.Vo.Ce. nelle seguenti modalità:

•             A mezzo raccomandata A/R al seguente indirizzo: CSV Asso.Vo.Ce. Via Volta 19/B, 81100 Caserta;

•             A mano presso la segreteria del CSV Asso.Vo.Ce. sede di Caserta;

•             Per posta certificata (PEC) con firma digitale del Presidente dell’ODV proponente all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Farà fede la data di ricevimento della domanda.

Alle associazioni di volontariato sarà attribuito un punteggio in base al possesso dei  titoli preferenziali stabiliti dall’Avviso. Al termine del percorso di selezione saranno individuati 18 associazioni  di volontariato che saranno smistate per ognuna delle aree territoriali individuate (Caserta città; Valle di Suessola; Agro Aversano; Sessano; Alto Casertano).

E’previsto un rimborso delle spese effettivamente sostenute dai volontari per l’attività prestata (art. 2, comma 2, legge 266/91), previa presentazione di documenti giustificativi (fatture, ricevute fiscali, scontrini fiscali, biglietti di viaggio, pedaggi autostradali, etc…), comprovanti la spesa sostenuta dal volontario nell’espletamento dell’azione progettuale di riferimento.

Tale rimborso sarà pari a massimo 500,00 (cinquecento,00) euro per associazione.

Per maggiori informazioni: LINK

 

SERVIZIO CIVILE REGIONE CAMPANIA

Approvazione graduatoria dei progetti presentati per l’anno 2015 dagli Enti iscritti all’Albo regionale per il Servizio Civile, ai sensi dell’Avviso UNSC del 16/06/2014 – Due progetti Asso.Vo.Ce. utilmente collocati in graduatoria

E’ stato pubblicato sul sito della Regione Campania in data 03/03/15 il Decreto di Approvazione della Graduatoria dei progetti di Servizio Civile presentati per l'anno 2015 dagli Enti iscritti all'Albo regionale per il Servizio Civile, ai sensi dell'Avviso UNSC del 16/06/2014. L’atto comprende l’elenco dei progetti ammessi a valutazione (allegato A) e non ammessi (allegato B).

Alla stregua dell’istruttoria compiuta dagli Uffici della Unità Operativa Dirigenziale 06 nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità resa dalla D.ssa Beatrice Zeuli, Dirigente della Unità Operativa Dirigenziale medesima, saranno inseriti nel Bando Ordinario previsto per la selezione dei volontari per l’anno 2015 i progetti di cui all’allegato A  che hanno conseguito un punteggio uguale o superiore a 75, per complessivi 1.530 volontari: per ognuno dei progetti afferenti all’allegato B sarà predisposto un singolo provvedimento con l’indicazione delle relative motivazioni di esclusione.

Si sono utilmente collocati in graduatoria – e rientreranno quindi nel bando Ordinario di Servizio Civile di prossima emanazione – i seguenti progetti presentati dal CSV Asso.Vo.Ce.:

  • NOICONVOI  (numero complessivo di volontari: 20)
  • BRUCIO DI SAPERE: L'EDUCAZIONE AMBIENTALE NELLA TERRA DEI FUOCHI (numero complessivo di volontari: 12)

Vi terremo aggiornati sui bandi di prossima pubblicazione.

Per scaricare il decreto della Regione Campania: LINK

 

CSVNET - FONDAZIONE CON IL SUD

Webinar sul Bando Ambiente 2015: Appuntamento al CSV Asso.Vo.Ce. Martedì 17 Marzo h. 16.00 - 17.30.

CSVnet e Fondazione CON IL SUD, hanno programmato per Martedì 17 Marzo (ore 16,00 – 17,30) un Webinar sul Bando Ambiente 2015, rivolto alle organizzazioni di terzo settore e del volontariato di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia che vogliono presentare progetti esemplari per la prevenzione e riduzione dei rischi ambientali all’interno delle aree naturali protette del Sud.

Il Webinar sarà condotto da Valerio Cutolo e Alessandro Martina della Fondazione CON IL SUD con il supporto di Giorgio Sordelli di CSVnet; obiettivo del seminario on line sarà quello di presentare i dettagli del bando e sciogliere eventuali dubbi legati al processo di accompagnamento alle associazioni.

La partecipazione al Webinar è a numero chiuso, ed i posti sono riservati ai CSV: chi volesse assistere alla presentazione potrà, in ogni caso, partecipare alla stessa dalla Sala Formazione del CSV Asso.Vo.Ce., sita in Via Alessandro Volta 19/B.

Con la presente ricordiamo, infine, che il CSV Asso.Vo.Ce. offre consulenza progettuale gratuita alle OdV anche per il Bando Ambiente 2015 di Fondazione con il Sud.

Alleghiamo il bando

 

ALBO DELLE AGENZIE FORMATIVE DEL CSV ASSO.VO.CE. - Approvato l’elenco degli Enti inclusi ed esclusi. Al più presto un nuovo avviso per l’ambito “Giustizia Riparativa”

E’ stato approvato con delibera del Consiglio Direttivo del CSV Asso.Vo.Ce. n° 4 del 23/02/2015 l’elenco degli Enti che hanno utilmente presentato domanda di inserimento nell’Albo delle Agenzie Formative del CSV Asso.Vo.Ce. ai sensi degli Indirizzi Operativi diffusi il 21 ottobre 2014.

L’elenco in allegato indica sia i soggetti ammessi all’Albo che quelli esclusi, con le relative motivazioni.

Gli enti di formazione interessati sono stati invitati a presentare domanda di accreditamento e/o di aggiornamento della propria posizione rispetto ai seguenti ambiti:  Animazione di comunità nella definizione di un nuovo sistema di welfare; Costituzione reti di volontariato nazionali ed internazionali  e Fund raising; Comunicazione sociale; Gestione amministrativa, contabile ed organizzativa delle OdV; Il Volontariato per la giustizia riparativa e l'esecuzione penale esterna; Primo soccorso BLS e BLS-D con certificazione IRC.

Alla data del 1 Dicembre 2014 – successivamente prorogata al 15 Gennaio 2015 – sono pervenute un numero di domande di accreditamento e/o di aggiornamento  sufficienti a futuri confronti per i seguenti ambiti:

•             Animazione di comunità nella definizione di un nuovo sistema di welfare

•             Costituzione reti di volontariato nazionali ed internazionali  e Fund raising

•             Comunicazione sociale

•             Gestione amministrativa, contabile ed organizzativa delle OdV

•             Primo soccorso BLS e BLS-D con certificazione IRC

L’elenco in allegato per tali aree sarà quindi valido per un biennio.

Essendo pervenuta un’unica richiesta di accreditamento rispetto al seguente ambito:

“Il Volontariato per la giustizia riparativa e l'esecuzione penale esterna”

saranno prossimamente riaperti con un avviso ad hoc i termini per l’invio delle domande di accreditamento da parte degli enti di formazione che si occupano di quest’area. 

Per scaricare l’elenco: LINK

 

EXPO

Padiglione dell'Unione Europea in Expo: aperte le candidature per diventare volontari

Dopo il successo delle 16mila candidature del Programma Volontari per Expo 2015, Ciessevi, che ha condotto operativamente il progetto al fianco di CSVnet, apre le candidature per i volontari del Padiglione dell'Unione Europea a Expo.

Rivolto a giovani tra i 18 e i 30 anni, residenti in un Paese UE o in un Paese aderente al Programma Erasmus+ (Programme Countries), in possesso di un una buona conoscenza della lingua inglese (livello B2) e con una discreta conoscenza della lingua italiana o di altre lingue. Per candidarsi bisogna compilare il form sul sito www.expo2015.volunteer4europe.org . Seguirà un colloquio di orientamento e, se accettati, una formazione online composta di quattro moduli multimediali e-learning in lingua inglese concernenti il sito espositivo, safety and security, volontariato e cittadinanza attiva, funzionamento dell'Unione Europea e funzionamento Padiglione UE in Expo. Sono previsti test di verifica al termine di ogni modulo.

Ai volontari è chiesto un supporto ai visitatori in coda, attività di accoglienza e orientamento del visitatore, facilitazione dell’esperienza di visita al Padiglione. Per fare questo i ragazzi saranno suddivisi in team per coprire 14 periodi di servizio di 13/14 giorni ciascuno, ulteriormente divisi in 3 turni quotidiani, per un totale massimo di 5 ore e mezza di servizio al giorno secondo le indicazioni concertate in accordo con i Sindacati confederali.

"I giovani sono al centro della partecipazione dell'Unione Europea a EXPO 2015 - dichiara il vicecommissario Giancarlo Caratti – e il nostro obiettivo è di coinvolgere attivamente studenti di tutta Europa su un tema di rilievo globale quale la sicurezza alimentare. L'esperienza presso il Padiglione dell'UE sarà coinvolgente, innanzitutto, ma anche di responsabilità e formativa per tutti i nostri giovani volontari".

"Queste ragazze e questi ragazzi sono volontari a tutti gli effetti e così vogliamo che vivano questa bella  esperienza – dichiara Ivan Nissoli, presidente del Centro di Servizio per il Volontariato città metropolitana di Milano – inoltre ricordiamoci che, se si conferma quanto abbiamo scoperto per il Programma Volontari per Expo, cioè che questi cittadini volenterosi sono per buona parte persone che non hanno mai fatto volontariato prima di oggi, beh, è nostro impegno far sì che diventino preziosa risorsa per la città e le sue associazioni una volta che Expo sarà concluso. Anche per questo – conclude Nissoli - Ciessevi non poteva che essere protagonista in questa grande occasione: qui si sta formando un prezioso 'capitale volontariato' sotto i nostri occhi, una cosa che per la quale tutti noi dobbiamo essere felici e che ci permette di guardare al domani con una buona dose di fiducia in più".

In occasione del lancio di questo Programma, inoltre, sono stati attivati diversi accordi strategici coinvolgendo partner importanti che si relazionano quotidianamente proprio con il mondo giovanile al quale questo Programma si riferisce. In particolare il Comune di Rho con gli istituti superiori del territorio, Erasmus Student Network ESN Italia per quanto riguarda i giovani all’estero e gli stranieri a Milano e il Comitato Scientifico per Expo che si occuperà di promuovere e diffondere il Programma nelle Università Milanesi.

 

AUTOCONVOCAZIONE DEL VOLONTARIATO ITALIANO

Appuntamento il 9 ed il 10 Maggio a Roma. Presto gli aggiornamenti

Manca ormai poco al 9 ed al 10 Maggio, la data in cui si svolgerà a Roma l’Autoconvocazione del Volontariato Italiano, lanciata da Forum Nazionale del Terzo Settore, Consulta del Volontariato presso il Forum, CSVnet - Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato e ConVol - Conferenza Permanente delle Associazioni Federazioni e Reti di Volontariato in occasione della Giornata Internazionale del Volontariato del 5 Dicembre 2014.

L’iniziativa coinvolgerà i volontari che aderiscono alle decine di migliaia di organizzazioni presenti capillarmente su tutto il territorio nazionale che ogni giorno operano per il bene comune e che, attraverso il loro agire gratuito e volontario, creano occasioni di partecipazione e promozione umana e sociale.

Per essere sempre aggiornati sull’iniziativa, seguite il nostro sito.

Ulteriori informazioni sono disponibili presso i seguenti contatti:

Forum Nazionale del Terzo Settore: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., www.forumterzosettore.it

CSVnet: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., www.csvnet.it

ConVol: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

OPPORTUNITÀ E BANDI

REGIONE CAMPANIA

Istituito l’Elenco territoriale delle organizzazioni di volontariato di protezione civile, al più presto ulteriori aggiornamenti

Con Delibera della Giunta Regionale n. 75 del 09.03.2015 - Dipartimento 53 delle Politiche Territoriali - D.G. 8 Direzione Generale per i lavori pubblici e la protezione civile - è stato istituito l'elenco territoriale delle organizzazioni di volontariato di protezione civile della Regione Campania in attuazione della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 09/11/2012 concernente "Indirizzi operativi volti ad assicurare l'unitaria partecipazione delle organizzazioni di volontariato alle attività di protezione civile".

Saranno compresi in tale elenco: le  organizzazioni del volontariato costituite ai sensi della legge 11 agosto 1991, n. 266 (Legge-quadro sul volontariato), iscritte nel Registro Regionale, che prevedono nel proprio Statuto lo svolgimento dell'attività di protezione civile, o comunque ogni altra organizzazione purché a componente prevalentemente volontaria;  i gruppi comunali e intercomunali costituiti dai comuni singoli o associati nelle forme previste dalla vigente normativa statale e regionale; le articolazioni a carattere locale delle organizzazioni ricadenti nelle categorie precedentemente citate  ed aventi diffusione sovra regionale

Ai fini dell’iscrizione all’elenco regionale, l’organizzazione richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) operatività e sede legale, ovvero solo sede operativa, sul territorio regionale;

b) espressa previsione, nell’atto costitutivo o nello statuto, dell’assenza di fini di lucro, della gratuità delle cariche associative e delle prestazioni fornite dagli aderenti, dei criteri di ammissione e di esclusione di questi ultimi, nonché dei diritti ed obblighi di essi;

c) previsione espressa nello scopo statutario, dello svolgimento di attività e di compiti di protezione civile;

d) democraticità interna ed elettività delle cariche associative;

e) prevalente presenza, tra gli iscritti, della componente volontaristica;

f) attestazione, mediante dichiarazione sostitutiva, ai sensi del D.P.R. 445/2000, dell’inesistenza, a carico dei rappresentanti legali dell’organizzazione, nonché degli amministratori e degli altri titolari di incarichi operativi direttivi e di condanne penali passate in giudicato, per reati che comportino l’interdizione dai pubblici uffici. Tale requisito, per i gruppi comunali e intercomunali di cui all’articolo 1, comma 2, lettera c), è richiesto esclusivamente con riferimento ai volontari del gruppo che ricoprano incarichi direttivi;

g) svolgimento, negli ultimi tre anni, di attività di protezione civile, anche diversa dagli interventi di emergenza (quale: informazione alla popolazione sulle tematiche della previsione e prevenzione, diffusione della moderna coscienza di protezione civile, aver partecipato ad attività formative o esercitative), a carattere locale, regionale, o nazionale, riconosciute dai rispettivi enti territoriali di riferimento; dal possesso di tale requisito sono escluse le organizzazioni che si iscrivono per la prima volta;

h) sottoscrizione di polizza assicurativa contro infortuni e malattie connesse allo svolgimento di attività di protezione civile, e per responsabilità civile verso terzi che copra tutti i volontari in esse impegnati;

i) attestazione, mediante dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000, delle condizioni di tutela della salute e sicurezza garantite ai volontari.

La domanda di iscrizione, completa di tutti i dati di cui all’articolo 5 dell’avviso allegato, dovrà essere presentata alla U.O.D. 53.08.06 Protezione Civile della Regione Campania: quest’ultima, previo l’accertamento della completezza della domanda e della sussistenza dei necessari requisiti, provvede con decreto all’iscrizione dell’organizzazione richiedente nell’elenco regionale.

Per maggiori informazioni: LINK

 

In evidenza:

SCADENZA: 13 Aprile 2015 (lunedì)

FONDAZIONE MISSION BAMBINI – FONDAZIONE CON IL SUD

NIDI D'INFANZIA Nuovo Bando assegna 250.000 euro per avvio o potenziamento di servizi nel Mezzogiorno

La Fondazione Mission Bambini e la Fondazione CON IL SUD promuovono la quinta edizione del Bando "Un nido per ogni bambino – Area del Mezzogiorno", per selezionare nidi d'infanzia da sostenere nel 2015 in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia. Il Bando resterà aperto dal 2 marzo al 13 aprile. Dal 2011 già stanziati 1,2 milioni di euro.

La Fondazione Mission Bambini e la Fondazione CON IL SUD promuovono la quinta edizione del Bando "Un nido per ogni bambino – Area del Mezzogiorno", per selezionare nidi d'infanzia da sostenere nelle seguenti Regioni del Sud Italia: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia.

L'obiettivo dell'iniziativa è duplice: aumentare l'offerta di servizi socio-educativi per la prima infanzia nelle aree del Paese maggiormente carenti di questo tipo di servizi e migliorare l'accessibilità agli stessi da parte delle famiglie, specialmente quelle che vivono situazioni di svantaggio economico e sociale. Possono partecipare al Bando le organizzazioni non profit costituite da almeno tre anni e con esperienza nella gestione di servizi per la prima infanzia. I progetti presentati dovranno prevedere il coinvolgimento di almeno altri due enti (pubblici o privati, profit o non profit) oltre all'organizzazione capofila e dovranno essere finalizzati all'avvio di nuovi nidi d'infanzia o al loro ampliamento nelle Regioni oggetto dell'intervento.

L'edizione 2015 del Bando non prevede il sostegno a servizi integrativi per la prima infanzia (spazi gioco, centri per bambini e famiglie, ludoteche), sezioni primavera ed altri servizi ricreativi. Come sempre saranno privilegiati i nidi d'infanzia che prevedano di riservare almeno il 25% dei posti disponibili a bambini appartenenti a famiglie in situazione di fragilità: famiglie in difficoltà economica, monoreddito, con problemi di integrazione, famiglie di immigrati o con molti figli. I servizi sostenuti dovranno inoltre prevedere un ruolo significativo e attivo del volontariato e dimostrare di avere una reale sostenibilità economica.

L'iniziativa si inserisce nell'ambito dell'impegno pluriennale di Fondazione Mission Bambini, che attraverso il programma "Un nido per ogni bambino" ha l'obiettivo di far fronte alla carenza di strutture per la prima infanzia nel nostro Paese. Dal 2007 a fine 2014 Mission Bambini ha già contribuito ad avviare o potenziare 91 nidi o spazi gioco su tutto il territorio nazionale. Grazie alle prime quattro edizioni del Bando "Un nido per ogni bambino – Area del Mezzogiorno", la Fondazione Mission Bambini e la Fondazione CON IL SUD, che ha tra i principali destinatari dei suoi interventi proprio i minori, hanno sostenuto 38 nidi o spazi gioco (14 in Sicilia, 13 in Campania, 4 in Puglia, 3 in Calabria e in Sardegna, 1 in Basilicata) per uno stanziamento complessivo di oltre 1,2 milioni di euro.

Il contributo totale messo a disposizione congiuntamente dalle due Fondazioni per l'edizione 2015 del Bando è di 250.000 euro. Per ogni progetto selezionato lo stanziamento è stato alzato ad un massimo di 80.000 euro in due anni in caso di avvio di nuovi nidi e ad un massimo di 40.000 euro in un anno in caso di potenziamento di servizio esistente. Anche la percentuale del contributo sul costo complessivo del progetto è stata alzata al 70%, dal 50% dell'edizione precedente. La scadenza per la presentazione delle domande è il 13 aprile 2015 alle ore 12.00.

Per consultare il Bando e presentare domanda: www.missionbambini.org/bando-italia-2015

 Per informazioni:

Fondazione Mission Bambini Ufficio Progetti Italia

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ufficio stampa

Fondazione Mission Bambini Alex Gusella Tel. 02 21.00.24.210 Cell. 348 08.18.287 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.    

Fondazione CON IL SUD Fabrizio Minnella Tel. 06 68.79.721 Cell. 334 67.86.807 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Scadenza: 14 aprile 2015 (Martedì)

FONDAZIONE CON IL SUD

Bando ambiente 2015 - Il nostro territorio come un grande bene comune. A disposizione 4,5 milioni di euro

La Fondazione CON IL SUD invita le organizzazioni di terzo settore e del volontariato di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia a presentare progetti esemplari per la prevenzione e riduzione dei rischi ambientali all’interno delle aree naturali protette del Sud.  Sono oltre 200 le aree naturali protette presenti nelle regioni meridionali. Nel dettaglio, si tratta di 11 parchi nazionali e 29 regionali, 19 aree marine, 45 riserve naturali statali e 95 riserve regionali, a cui si aggiungono 17 altre aree protette (14 statali e 3 regionali). La Sicilia è la regione del Mezzogiorno con il maggior numero di aree tutelate (88), seguita dalla Puglia (39), dalla Campania (30), dalla Calabria (23), dalla Sardegna (19) e dalla Basilicata (17) .

Gli interventi dovranno essere proposti da partnership costituite da almeno tre soggetti: oltre al terzo settore e al volontariato potranno essere coinvolte le istituzioni, le università, la ricerca e il mondo economico. Fondamentale nell’elaborazione e nella valutazione delle proposte sarà l’impegno degli Organi di gestione delle aree protette in cui si svolgeranno i progetti ad accompagnare e sostenere attivamente gli interventi avviati per garantirne la piena realizzazione e l’effettiva continuità nel tempo. Le proposte di progetto dovranno essere presentate esclusivamente online, entro il 14 aprile 2015 per i parchi nazionali e regionali ed entro il 17 aprile per tutte le altre aree protette.

“Come nei dei due precedenti bandi, anche quest’anno vogliamo affrontare il tema ambientale partendo dalle comunità, immaginando la cura del bene comune come un’opportunità concreta di sviluppo locale oltre che come un dovere nei confronti delle future generazioni – sottolinea Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione CON IL SUD. Sarà premiata la capacità di fare rete, di costruire rapporti eterogenei in grado di rafforzare la coesione sociale e di avere un forte impatto sul territorio”.

Potranno essere selezionati e finanziati progetti che prevedano principalmente attività quali, ad esempio, l’avvio di presidi territoriali svolti dalle comunità locali; l’educazione dei cittadini alla cura e manutenzione del territorio e alla gestione di situazioni di emergenza ambientale; lo sviluppo di sistemi di controllo e monitoraggio dei fenomeni che possono destabilizzare le condizioni di equilibrio territoriale; le opere di conservazione delle specie animali o vegetali. Le proposte di progetto potranno, inoltre, prevedere interventi di valorizzazione e capaci di favorire la fruibilità delle Aree protette.

Per informazioni: LINK

 

30 APRILE (Giovedì)

FONDAZIONE Vodafone Italia

Think for Social: la tua idea, il progresso di tutti

Fondazione Vodafone Italia intende, attraverso il programma Think for Social e la collaborazione di PoliHub, incubatore del Politecnico di Milano gestito dalla FondazionePolitecnico di Milano, intercettare e supportare i migliori progetti di sviluppo sociale promossi da organizzazioni non profit, studenti e partnership non profit – profit.

I  migliori 10 progetti (che potranno riguardare le seguenti aree: Salute e benessere,  Cultura e istruzione,  Agricoltura e ambiente) riceveranno un seed grant fino a 30.000 Euro da utilizzarsi per sviluppare concretamente il proprio progetto e avranno accesso ad un programma di accelerazione coordinato da PoliHub.

I progetti dovranno evidenziare come le nuove tecnologie possano fornire risposte efficaci e sostenibili ai bisogni sociali.

Per la partecipazione al bando si prevedono le seguenti tappe:

FASE 1 - RACCOLTA CANDIDATURE - FINO AL 30 APRILE 2015

 FASE 2 - VALUTAZIONE - FINO AL 30 MAGGIO 2015

I progetti saranno valutati in base ai seguenti requisiti: bisogno sociale soddisfatto, innovatività della soluzione, impatto sociale atteso.

 FASE 3 - INNOVATION WEEKEND - 5/6 GIUGNO 2015

 I migliori 20 progetti parteciperanno a una sessione di training per sviluppare una presentazione efficace del proprio progetto.

 FASE 4 - PROGRAMMA DI ACCELERAZIONE - DA GIUGNO A NOVEMBRE 2015

 I progetti meritevoli entreranno in un programma di accelerazione per lo sviluppo concreto della loro impresa.

 FASE 5 - EVENTO FINALE - NOVEMBRE 2015

 I team partecipanti presenteranno i risultati raggiunti in un evento pubblico in cui una Giuria decreterà i 3 progetti migliori che accederanno alla fase successiva.

 FASE 6 - MONITORAGGIO - DA DICEMBRE 2015 PER 12 MESI

 I 3 progetti finalisti saranno monitorati per valutare la possibilità di ulteriori finanziamenti da parte di Fondazione Vodafone.

 Per maggiori informazioni:  LINK

 

BANDI DI MICROPROGETTAZIONE SOCIALE ASSO.VO.CE. 2012 – 2013

CENTRO LAILA

Convegno Finale del Progetto Non più da sole

Si terrà domani a partire dalle ore 9,30 presso la sede del Centro Laila a Castel Volturno il convegno finale del progetto “Non più da sole”, promosse dal Centro Laila in partenariato con le OdV Arca e le Ninfe e la Cooperativa Sociale Centro Laila.

Il progetto ha inteso fornire alle donne immigrate con figli piccoli – particolarmente numerose nelle zone di Mondragone e Castel Volturno – un servizio di sostegno familiare che prevenisse le situazioni di disagio e di sofferenza in contesti nei quali la famiglia di origine è lontana e mancano i punti di riferimento culturali, sociali ed affettivi dei quali le neomamme sono particolarmente bisognose.

Attraverso una fase preliminare di ricognizione sul territorio, sono stati individuati i nuclei familiari a maggior rischio di esclusione sociale: a seguito di questo primo rilievo sono stati quindi presi in carico, con attività ludico – ricreative a loro rivolte, i minori (età 1 – 5 anni) appartenenti a tali nuclei familiari (in particolare quelli provenienti da famiglie monoparentali). Attraverso i piccoli, è stato possibile fare “uscire dall’anonimato” i loro genitori che, laddove è stato necessario,  sono stati accompagnati presso  i servizi territoriali a loro disposizione.

Per maggiori informazioni:

info-line 0823856262

 

L’AGENDA DELLE ASSOCIAZIONI

14 MARZO (Sabato)

ASSOCIAZIONE EMMEPÌ4EVER

IV Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla – Capire, prevenire aiutare i disturbi del comportamento alimentare. Sabato 14 Marzo .16,00 presso Teatro Garibaldi, Santa Maria Capua Vetere

L’associazione Emmepì4ever, in occasione della IV Giornata Nazionale sui Disturbi del Comportamento Alimentare promuove il Convegno “Capire, prevenire, aiutare”, che sarà realizzato Sabato 14 Marzo 2015 (ore 16,00) presso il Salone degli Specchi del Teatro Garibaldi a Santa Maria Capua Vetere (sito in Corso Giuseppe Garibaldi 8): l’iniziativa sarà realizzata con il sostegno e la collaborazione dell’associazione “Mi nutro di Vita” di Pieve Ligure (Genova).

L’Associazione Emmepì4ever intende promuovere azioni di sensibilizzazione e prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare, oggi particolarmente diffusi e spesso “clandestini”, in quanto non è sempre facile riconoscere i campanelli d’allarme più o meno gravi sottesi allo sviluppo di determinate problematiche. Per i genitori, i familiari, gli amici, nonché per le stesse persone coinvolte nel disturbo è quindi importante potersi confrontare su questo tema e poter trovare una soluzione condivisa.

Interverranno, nel corso dell’incontro: Anna Falco, Mirna Fusco e Stefania Vastante, psicologhe psicoterapeute; Clara Gentili, Psichiatra; Ida Carolla, che porterà una sua testimonianza, Rita Merola, che trarrà le conclusioni. Parteciperà all’evento, infine, il sindaco di santa Maria Capua Vetere Biagio Di Muro.

Per scaricare la locandina: LINK

20 MARZO – Venerdì

L’ALBERO DELLA VITA

“Prevenire insieme si può”

 L'associazione di volontariato sociale ONLUS  " l'Albero Della Vita" in collaborazione con il Convitto Nazionale "Giordano Bruno"  invita la cittadinanza al convegno/dibattito " PREVENIRE INSIEME SI PUÒ" , che si terrà venerdì  20 Marzo 2015 alle ore 18.00 presso i locali del Convitto Nazionale G. Bruno Via San Francesco D’Assisi n°  119 Maddaloni. Gli interventi previsti saranno a cura della Dott.ssa Primavera,  Specialista in Chirurgia Generale ad indirizzo Oncologico,  il Dott. Silvestro Canzano, Specialista in Endocrinologia e Nutrizionista Clinico ed il Dott. Antonio Di Cerbo, Specialista in Radiodiagnostica, referente screening ca. mammella c/o Presidio Ospedaliero di Marcianise.

I relatori illustreranno le opportune tecniche di prevenzione, per riconoscere e combattere uno dei tumori maggiormente diffusi.

Il Convegno sarà anche un’ occasione per presentare a chi interverrà l’Associazione L’Albero della Vita, di recente costituzione, ma già un punto di riferimento per la cittadinanza.

               

21 MARZO (SABATO)

ASSOCIAZIONE LEO AMICI

Premio internazionale Leo Amici

Sabato 21 marzo si terrà a Valle di Maddaloni, presso la sede della Fondazione Leo Amici,  la diciannovesima edizione del Premio Internazionale Leo Amici.

Il premio sarà assegnato, come di consueto, ai migliori elaborati, di giovani studenti italiani e stranieri, inerenti agli argomenti prescelti dalla commissione di giudici. Quest’anno sono state previste tre categorie (scuole medie inferiori, superiori e università) alle quali sono stati rispettivamente assegnate tematiche relative al gioco d’azzardo, alla grande distribuzione alimentare con gli sprechi ad essa connessi e alla tutela ambientale. Inoltre, l’Associazione Leo, anche quest’anno, ha attivato la propria rete di collaborazione con associazioni ed enti stranieri, grazie ai quali hanno potuto partecipare al premio, dedicato al fondatore dell’associazione, il sig. Leo Amici, giovani provenienti da Madagascar, Senegal, Turchia ed Ungheria.

Alla manifestazione parteciperanno istituti scolastici delle province di Caserta e di Benevento. La giornata sarà dedicata al tema della legalità, la cui ricorrenza annuale cade il 19 marzo. Nel corso della giornata, gli utenti ospiti della Comunità Leo rappresenteranno il musical “Tornando tornando” di Antonio Palma, presidente della Fondazione Leo Amici, sul tema della prevenzione alle dipendenze. La giornata si concluderà con un dibattito aperto tra gli utenti ospiti della Comunità e gli studenti.

Fonte: Comunicato stampa

 

26 MARZO – GIOVEDì

GIORNATA MONDIALE DEL RENE A CASERTA

Sopravvivere non basta 2015, A.I.D.O. ed Istituto Italiano per gli Studi Filosofici danno “Un nome per la vita”,  prossimo appuntamento  26 Marzo al Manzoni di Caserta

Ritorna l’ormai consueto appuntamento con la rassegna “Survival is not Enough” (Sopravvivere non basta), che già da diversi anni, in occasione della Giornata Mondiale del Rene, vede diverse realtà istituzionali e sigle associative dell’Europa Mediterranea confrontarsi sulle problematiche cliniche, tecniche e sociali relative alla malattia renale cronica: i due incontri previsti per la città di Caserta (quello, di grande successo, realizzato il 10 Marzo alle 9,30 al Duel e il 26 Marzo al Liceo Manzoni) rappresenteranno inoltre un’opportunità per promuovere la cultura della donazione di organi sul territorio.

Spesso il trapianto è l’unica scelta per i pazienti nefrologici i quali, dopo aver ricevuto in dono un nuovo rene, vedono rifiorire una vita che sembrava loro sfuggita: un vero e proprio “miracolo della scienza”, che può estendersi e svilupparsi soltanto in un contesto culturale sensibile a tali tematiche.

La rete che da anni porta avanti sul territorio la rassegna “Sopravvivere non basta”  rappresentata dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, con il Prof. Natale De Santo della Seconda Università di Napoli, l’associazione A.I.D.O. Caserta, presieduta da Gennaro Castaldi, l’ITI – LS Giordani di Caserta ed il Liceo Manzoni di Caserta–  dirette rispettivamente dalle dirigenti scolastiche Antonella Serpico ed Adele Vairo, ha scelto per il 2015 il tema “Dammi Un Nome per la Vita”: attraverso l’intitolazione a Nicholas Green ed ai donatori di organi di Caserta, di un Laboratorio del Liceo Manzoni , le organizzazioni promotrici intendono “chiamare con il proprio nome” quel dono di straordinaria generosità  e contribuire ad una comunicazione efficace e corretta su queste tematiche, ad oggi spesso trattate in modo inadeguato creando a volte anche confusione e dubbi su questa tematica.

La prima iniziativa è stata realizzata  Martedì 10 Marzo presso il Cinema Duel di Caserta, sito in Via Paolo Borsellino (ore 9,30 – 12,30), con il convegno denominato “Dammi un Nome per la Vita”.

Il secondo evento si terrà Giovedì 26 Marzo presso il Liceo Manzoni (ore 9,30), sito in Via De Gasperi a Caserta: in questa occasione sarà dedicato un laboratorio del Liceo Manzoni a Nicholas Green ed ai donatori di organi di Caserta.

Parteciperanno: il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio, gli studenti, i professori, la preside del liceo Manzoni Adele Vairo e dell’ITI LS Giordani Antonella Serpico, il presidente dell’Aido Gennaro Castaldi, Anna Fabrizio dell’Azienda Ospedaliera San Sebastiano, il Provveditore agli Studi di Caserta ed una delegazione degli atleti della Juve Caserta : benedirà il Vescovo di Caserta mons. Giovanni D’Alise.

 

17 – 18 – 19 APRILE (VENERDÌ, SABATO E DOMENICA)

AIDO MADDALONI

“Nun c’è ‘mbruoglio senza arravuoglio”, appuntamento al Teatro Città di Pace per la donazione degli organi

La Compagnia teatrale amatoriale “Il Sogno” nasce dalla passione per il teatro di un gruppo di amici, provenienti da altre esperienze teatrali, che uniscono alla loro passione la voglia di aiutare il prossimo meno fortunato, devolvendo il ricavato dei loro spettacoli a varie associazioni culturali e/o enti ospedalieri.

Venerdì 17 e Sabato 18 alle ore 20:30 e Domenica 19 Aprile alle ore 18:00 è in scena al Teatro “Città di Pace” di Caserta - Località Puccianiello - con la commedia comica in due atti “Nun c’è ‘mbruoglio senza arravuoglio”, opera inedita della Direttrice Artistica, Finisia Campana. I ricavati verranno devoluti in beneficenza, scopo sostanziale e oggettivo della compagnia. Infatti, i tre spettacoli sono dedicati all’A.I.D.O. - Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule - di Maddaloni. L’associazione, di carattere nazionale, è nata nel 1973, volta a promuovere, in base al principio della solidarietà sociale, la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule; la conoscenza di stili di vita atti a prevenire l’insorgere di patologie che possano richiedere come terapia il trapianto di organi; e provvedere, per quanto di competenza, alla raccolta di dichiarazioni di volontà favorevoli alla donazione di organi, tessuti e cellule post mortem.

I tre spettacoli sono stati promossi dall’amicizia e dalla stima nata nel corso degli anni tra i componenti della compagnia e il Dott. Gennaro Castaldi, Presidente CSV Asso.Vo.Ce. – Associazione Volontariato Casertano -, e il Dott. Michele Senneca, esponente di spicco dell’A.I.D.O. di Maddaloni.

L’A.I.D.O. promuove campagne di sensibilizzazione ed informazione permanente dei cittadini su tutto il territorio nazionale; instaura rapporti e collaborazioni con Istituzioni ed Enti pubblici e privati ed Associazioni italiane e internazionali; promuove e partecipa ad attività di formazione, informazione e sensibilizzazione e di sostegno alla ricerca scientifica nel campo del prelievo e trapianto di organi, tessuti e cellule; promuove la conoscenza delle finalità associative e delle attività svolte attraverso la stampa associativa e materiale multimediale.

La commedia è ambientata nei giorni nostri e ha come protagonista una famiglia di professionisti, pronta a partire per le vacanze tanto attese. Ma qualcosa va storto. Infatti, il nonno di casa inventa un insidioso piano per saggiare le intenzioni e i sentimenti della sua famiglia nei suoi confronti, nonché mettere alla prova la capacità di  sacrificio della stessa, che dovrà rinunciare ai propri intenti. Ma, infine, ci sarà una lieta sorpresa per tutti. Una storia caratterizzata da colpi di scena e suspense, che esaltano temi molto attuali, entrando nei cuori degli spettatori, che avranno molto su cui pensare al calare del sipario.

Gli interpreti: Ortensio Letizia, Fernanda Fernandez, Finisia Campana, Mario Del Villano, Aurora Letizia, Mario Letizia, Flavio Nocerino, Gerardo Giugliano, Mauro Aldi, Rosario Striano, Pasquale Barbato, Luigi Formicola e Gianluigi Alario.

La regia è curata da Benito Letizia.

Fonte: Comunicato stampa di cura di Benito Letizia

 

AIPD

Al via progetto per avviamenti al lavoro di persone con sindrome di down nel sud italia e nelle isole : due ragazzi ed un operatore a Caserta

Roma, 24 Febbraio 2015 - Creare lavoro attraverso la formazione di operatori specializzati negli inserimenti lavorativi, aumentare la consapevolezza delle persone con sindrome di Down sulle proprie potenzialità di futuri lavoratori e sensibilizzare le aziende presenti sul territorio. È questo il senso del nuovo progetto “Lavoriamo in rete – percorsi di inserimento lavorativo nei territori del Sud”, iniziato a gennaio, della durata di 18 mesi, realizzato dall’Associazione Italiana Persone Down e finanziato dalla Fondazione CON IL SUD.

Il progetto coinvolge 13 operatori e 13 sezioni AIPD (35 persone con sindrome di Down e 35 famiglie), sei regioni nel Sud Italia e le due Isole (Bari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Foggia, Lecce, Matera, Milazzo-Messina, Napoli, Oristano, Potenza, Reggio Calabria, Termini Imerese).

Nella sezione di CASERTA parteciperanno DUE RAGAZZI E UN OPERATORE.

Secondo un’indagine condotta da AIPD nel 2013 su 43 delle proprie sezioni, su 1.026 persone con sindrome di Down maggiorenti aderenti alla rete, solo 125 (il 12%) lavora con un regolare contratto

(dei 125 solo il 12,8% dal Sud e le Isole). In Italia, nel 2011, rispetto alle 644.029 persone con disabilità iscritte agli elenchi unici del collocamento e ai 37.375 posti disponibili, sono stati realizzati 22.023 avviamenti: di questi 4.761 nel Centro, 2.409 nel Sud/ Isole, 14.853 nel Nord (VI Relazione al Parlamento sulla Legge 68/99).

Il progetto AIPD e Fondazione CON IL SUD prevede una serie di azioni previste: consulenza, informazione e formazione in presenza (incontri di formazione per familiari, percorsi di orientamento e formazione per giovani con sindrome di Down) e a distanza (tramite corso online e telefono), azioni di sensibilizzazione del mondo aziendale/istituzionale, monitoraggio, tutoraggio in situazione e l’avvio di nuovi servizi di inserimento lavorativo (SIL) presso le sezioni che ne sono sprovviste. Verrà inoltre creato un database online di raccolta dati dei potenziali lavoratori e delle aziende dei territori coinvolti. “Tali azioni – spiega Monica Berarducci, responsabile dell'Osservatorio sul mondo del Lavoro di AIPD e ideatrice del progetto - coinvolgeranno direttamente le organizzazioni partecipanti rendendole protagoniste, con l’obiettivo di potenziare la rete delle sedi AIPD presenti nel Sud e le Isole e creare poli regionali per l'impiego, scardinando il pregiudizio di considerare l’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down solo un’opportunità "occupazionale" o terapeutica, quindi un peso e non un contributo alla produttività aziendale. Importante anche il lavoro sulle famiglie, che per prime concepiscono ancora il proprio figlio come un bambino o il suo inserimento lavorativo come un modo per occupare il 'tempo', con un atteggiamento assistenziale ed iperprotettivo che limita l’acquisizione dell’identità adulta/lavorativa e l’emancipazione in generale”.

Fonte: Comunicato stampa

Marta Rovagna

Ufficio Stampa AIPD Associazione Italiana Persone Down

339.14.98.865

www.aipd.it

 

L'AGENDA FISCALE

Si ricorda che il CSV Asso.Vo.Ce. offre gratuitamente alle organizzazioni di volontariato della provincia di Caserta un servizio di consulenza fiscale.

Le consulenze – a cura del dott. Commercialista Giuseppe Raffone - si terranno il giovedì pomeriggio presso la sede del CSV Asso.Vo.Ce. in Via Volta a Caserta solo su prenotazione.

Per fissare un appuntamento è possibile contattare la segreteria organizzativa del CSV Asso.Vo.Ce. al numero 0823-326981.

LE SCADENZE DI MARZO

16 marzo - lunedì

Sostituti d’imposta

Versamento ritenute alla fonte e rate di addizionali da conguaglio.

Committenti di collaboratori coordinati e continuativi

Versamento dei contributi previdenziali relativi ai compensi pagati nel mese precedente.

Committenti di prestatori di lavoro autonomo occasionale

Versamento dei contributi previdenziali relativi ai compensi pagati nel mese precedente ai prestatori che hanno superato la soglia di 5.000 euro annui di compenso.

Datori di lavoro

Versamento dei contributi previdenziali sulle retribuzioni di competenza del mese precedente.

 

17 marzo - martedì

Tutti i contribuenti

Primo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 marzo 2015 con la sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo fino ad un massimo di 14 giorni (“ravvedimento sprint”).

 

18 marzo - mercoledì

Tutti i contribuenti

Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 febbraio 2015 con sanzione al 3% (“ravvedimento breve”).

 

30 marzo - lunedì

Titolari di contratti di locazione

Versamento dell’imposta di registro sui contratti di locazione nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza 1° marzo 2015.

 

31 marzo - martedì

Datori di lavoro e committenti di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa

Termine per la trasmissione telematica all’INPS del Mod. EMens contenente i dati retributivi per il calcolo dei contributi del mese di febbraio 2015.

Datori di lavoro

Presentazione del Mod. DM10 in via telematica.