Ritorna l’ormai consueto appuntamento con la rassegna “Survival is not Enough” (Sopravvivere non basta), che già da diversi anni, in occasione della Giornata Mondiale del Rene, vede diverse realtà istituzionali e sigle associative dell’Europa Mediterranea confrontarsi sulle problematiche cliniche, tecniche e sociali relative alla malattia renale cronica: i due incontri previsti per la città di Caserta (10 Marzo alle 9,30 al Duel e il 26 Marzo al Liceo Manzoni) rappresenteranno inoltre un’opportunità per promuovere la cultura della donazione di organi sul territorio.  

 

Spesso il trapianto è l’unica scelta per i pazienti nefrologici i quali, dopo aver ricevuto in dono un nuovo rene, vedono rifiorire una vita che sembrava loro sfuggita: un vero e proprio “miracolo della scienza”, che può estendersi e svilupparsi soltanto in un contesto culturale sensibile a tali tematiche. 

La rete che da anni porta avanti sul territorio la rassegna “Sopravvivere non basta”  rappresentata dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, con il Prof. Natale De Santo della Seconda Università di Napoli, l’associazione A.I.D.O. Caserta, presieduta da Gennaro Castaldi, l’ITI – LS Giordani di Caserta ed il Liceo Manzoni di Caserta–  dirette rispettivamente dalle dirigenti scolastiche Antonella Serpico ed Adele Vairo, ha scelto per il 2015 il tema “Dammi Un Nome per la Vita”: attraverso l’intitolazione a Nicholas Green ed ai donatori di organi di Caserta, di un Laboratorio del Liceo Manzoni , le organizzazioni promotrici intendono “chiamare con il proprio nome” quel dono di straordinaria generosità  e contribuire ad una comunicazione efficace e corretta su queste tematiche, ad oggi spesso trattate in modo inadeguato creando a volte anche confusione e dubbi su questa tematica. 

La prima iniziativa è prevista per Martedì 10 Marzo presso il Cinema Duel di Caserta, sito in Via Paolo Borsellino (ore 9,30 – 12,30), con il convegno denominato “Dammi un Nome per la Vita”. 

L’iniziativa è suddivisa in tre sessioni,che affronteranno i temi della patologia cronica renale e della donazione e del trapianto di organi dal punto di vista medico – sanitario, umano e sociale:  “Prevenzione e cura della malattia renale cronica”, più orientata alla profilassi ed alle buone norme da adottare in caso di patologie renali; “I Luoghi di Nicholas Green”, dedicata alla storia del bimbo americano ucciso a solo 7 anni da una pallottola vagante e della scelta dei suoi genitori di affrontare il lutto donando gli organi del piccolo; “Onoriamo i donatori di rene”, nella quale sarà rivolto un commosso tributo a coloro che hanno donato gli organi  e saranno consegnate targhe di riconoscimento alle rispettive famiglie. 

Modererà la giornalista de Il Mattino Valentina De Lucia 

Il secondo evento si terrà Giovedì 26 Marzo presso il Liceo Manzoni (ore 9,30), sito in Via De Gasperi a Caserta: in questa occasione sarà dedicato un laboratorio del Liceo Manzoni a Nicholas Green ed ai donatori di organi di Caserta. 

Parteciperanno: il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio, gli studenti, i professori, la preside del liceo Manzoni Adele Vairo e dell’ITI LS Giordani Antonella Serpico, il presidente dell’Aido Gennaro Castaldi, Anna Fabrizio dell’Azienda Ospedaliera San Sebastiano, il Provveditore agli Studi di Caserta ed una delegazione degli atleti della Juve Caserta : benedirà il Vescovo di Caserta mons. Giovanni D’Alise.