• Concerto di Solidarietà a Villa Giaquinto: mercoledì 19 giugno dalle ore 18,00
  • Nel corso dell’incontro, banchetti per sostenere la legge di iniziativa popolare sui beni comuni

In occasione della Giornata mondiale del Rifugiato, che l’Organizzazione delle Nazioni Unite ha indetto per il 20 giugno, sarà organizzato a Villa Giaquinto un grande concerto che partirà alle ore 18,00 del 19 giugno e coinvolgerà un gran numero di artisti che hanno sposato la causa dell’Ex Canapificio, ingiustamente sottratto agli operatori dello SPRAR di Caserta.

Gli artisti, le associazioni e i cittadini di buona volontà che prenderanno parte all’evento aspetteranno insieme la mezzanotte con cucine dal mondo, installazioni di arti visive, artigianato, stand associativi e animazione per bambini.  Una grande mobilitazione per sostenere il Centro Sociale Ex Canapificio e il progetto di accoglienza Sprar di Caserta in quella che dal 12 marzo, giorno del sequestro della storica struttura, è diventata una battaglia di umanità e giustizia.

Interverranno, sotto la guida del direttore artistico Pietro Condorelli, Daniele Sepe, Arianova, Cultural Boo Team, Gennaro Vitrone, Ar Meithal, Tony Laudadio, Luca Rossi, A67, Sebastiano Esposito Quartet, Mentafresca, M’Barka Ben Taleb e Raffaele Vitiello, Kalifoo Ground, New Lati Jazz Trio, Skaramacay Art Factory, Donato Cutolo, Nicola Ferrara.

Durante l’iniziativa, il Comitato Rodotà di Caserta sarà presente con un banchetto informativo dove si potrà firmare la legge di iniziativa popolare sui beni comuni.

#siamotutticentrosocialeexcanapificio

#salviamolosprardicaserta

#WITHREFUGEES Apriamo le Porte!

info:  366.1403238 - 389.6576810

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per info: LINK