Valorizzare la cultura: cantieri aperti. Evento finale sabato 17 marzo ore 10,00 presso l’Istituto Galilei di Arienzo

«Il nostro futuro comincia dal nostro passato». Il motto di Enzo Gagliardi, presidente dell’associazione Fatti per Volare”, è stato il filo conduttore del progetto “Valorizzare la cultura – cantiere aperti”, promosso dall’associazione nell’ambito dei bandi di microprogettazione 2014/2015 del CSV Asso.Vo.Ce.

Le attività progettuali si chiudono oggi, dopo circa due anni di attività, con un evento che si terrà presso l’istituto Galilei di Arienzo Sabato 17 marzo dalle ore 10,00 alle ore 12,00.

Obiettivo del progetto è stato quello  di  condividere  e  diffondere  la  conoscenza  dell’arte  e  della cultura  per  educare  i  più  piccini  ai  valori  della  bellezza  ma  anche  della  socializzazione  e dell’incontro,  per  gettare  le  basi  di  un  nuovo  senso  di  appartenenza  che  serva  a  costruire  una solida coscienza civica.

Nel corso del progetto, un gruppo di giovani della Valle di Suessola ha riscoperto  l’arte, la storia, la natura, il patrimonio culturale dei comuni di Arienzo, San  Felice  a  Cancello,  Cervino  e  Santa  Maria  a  Vico, attraverso una serie di percorsi didattici fatti per sviluppare le loro  competenze trasversali. 

Punto di forza del progetto è stata la capacità di lavorare con giovani e giovanissimi, adoperando approcci diversi per le diverse fasce d’età. Ai bambini, iscritti all’Istituto Comprensivo Galilei di Arienzo, sono stati dedicati i laboratori “Ri-conosci il tuo territorio” e “Ri-disegna il tuo quartiere” ; i ragazzi dai 16 ai 18 anni (allievi dell’Istituto “Don Gnocchi” di Maddaloni  sezione  Moda) hanno potuto cimentarsi nel laboratorio  “Raccontiamo  la  storia  della  nostra  città”.

L’evento del 17 marzo è quindi un’occasione per ammirare il percorso svolto dai volontari dell’associazione Fatti per Volare e dai loro giovani aiutanti, ma anche per guardare la propria città in un modo diverso.

Per maggiori informazioni: invito