Proseguono i  tavoli territoriali per la Coprogettazione: dopo l’incontro del 28 gennaio, che ha visto i volontari di Caserta e dei comuni limitrofi confrontarsi su criticità e punti di forza del progetto Diritti al Punto, nella giornata del 29 le associazioni Leo, Solidarietà Cervinese, Il Laboratorio, Sentieri Nuovi, Gli Amici del Borgo, CDS Ama, Kairos, Anavo, Gianluca Sgueglia,  Misericordia di San Felice a Cancello, Associazione Alice Onlus hanno dato il via alla seconda fase del progetto Buono a Rendere. Dopo la fase di immediato start up, è arrivato il momento di rimettersi in gioco: a breve saranno infatti definiti, tra tutti coloro che hanno partecipato all’Avviso Pubblico, i beneficiari di Buono A Rendere, e sarà quindi necessario partire con le erogazioni di beni e servizi.

Alle OdV presenti si sono unite rappresentanze di ETS territoriali che si sono dette interessate ad aderire al progetto: la presenza dell’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Maddaloni Rosa Rivetti ha inoltre garantito un’ulteriore attenzione istituzionale al progetto, che si unisce a quella già manifestata dal Comune di Arienzo e dell’ASL Caserta.

L’Emporio, lanciato dal CSV Asso.Vo.Ce. in partenariato con le associazioni Kairos, Il Laboratorio, Misericordia di San Felice a Cancello, Associazione “Sentieri Nuovi” Onlus, Gianluca Sgueglia Onlus, Cds Ama, Gli Amici Del Borgo, Associazione Leo Onlus, Associazione Alice Onlus, Solidarietà Cervinese, Pronto Diritti Ama, Ulivo, Ali E Radici, A.Na.Vo., Civiltà 2.0 e la collaborazione del Comune di Arienzo e dell’ASL Caserta, consentirà a  breve a 20 cittadini residenti nei comuni di Arienzo, Cervino, Maddaloni, San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico e Maddaloni – selezionati mediante uno specifico avviso pubblico – di ritirare gratuitamente presso l’Emporio i generi di prima necessità disponibili e usufruire dei servizi messi a disposizione nello “Scaffale relazionale”. I beneficiari dell’intervento potranno contribuire a loro volta alla vita della comunità mettendo a disposizione tempo, saperi e competenze attualmente non valorizzati dal mercato del lavoro.

La rete della valle di Suessola si appresta a fronteggiare nuove sfide: il prossimo appuntamento è per stasera alle ore 15,30 a san Cipriano d’Aversa con il progetto No.Di. in comune.