Il progetto “Buono a rendere - Emporio Solidale della Valle di Suessola”, realizzato sul territorio della Valle di Suessola, è promosso dal CSV Asso.vo.ce. in partenariato con le odv  Alice onlus, Ali e radici, Anavo, Casa dei diritti sociali ama maddaloni, Civiltà 2.0, Confraternita di misericordia di San Felice a Cancello, Associazione Gianluca Sgueglia, Gli amici del borgo, Il laboratorio, Leo Onlus, Pro Loco Maddaloni, Pronto diritti ama, Kairos, Sentieri nuovi, Solidarietà cervinese e Ulivo ed in collaborazione con il Comune di Arienzo e l’ASL di Caserta che hanno consentito di restituire alla collettività un bene di rilevanza storico-culturale, sede dell’Emporio.

A tali partner si sono uniti successivamente Pro Loco San Michele di Maddaloni e Comune di Santa Maria a Vico

Esso mette in campo una serie di azioni di contrasto alla povertà per 30 famiglie del territorio, con l’obiettivo di donare una possibilità di fronteggiare la situazione di “crisi” senza però cadere in un facile assistenzialismo.

Accedendo all’emporio i beneficiari possono usufruire dei servizi da esso offerti (il market solidale, lo scaffale relazionale, il laboratorio del riuso) senza l’utilizzo del denaro ma attraverso una card a cui è associato un credito massimo in “punti”. Contemporaneamente gli stessi si assumono un impegno: quello di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà. Gli si chiede infatti di  restituire l’aiuto ricevuto attraverso  un contributo simbolico  consistente nel mettere a  disposizione il proprio tempo, le proprie competenze e saperi in attività di volontariato da svolgersi presso l’emporio e le odv partner che, sulla base delle ore impegnate, contribuiranno a caricare la propria card.

In contemporanea, il progetto mira ad attivare un “tutoraggio domestico” per supportare i beneficiari ad un livello ancora più profondo del “dare-avere” posto dall’emporio, creando le condizioni per il constructing life counseling, cioè per guidare la persona e la famiglia in stato di bisogno, ad una riflessione sugli aspetti più autentici di sè stessi e del nucleo familiare, per poi costruire il proprio futuro, sottolineando l’importanza di un progetto di sviluppo personale e familiare.

All’interno dell’emporio opera un’equipe operativa composta da volontari messi a disposizione dalle odv partner. Si tratta di avvocati, psicologi, sociologi, educatori e animatori, con elevate competenze tecnico-professionali, che metteranno a disposizione non solo per le attività dirette dell’emporio ma anche per la realizzazione di attività trasversali di contrasto alla povertà educativa, quali laboratori di genitorialita’ e di peer mediation.

Buono a rendere – Emporio solidale della Valle di Suessola è un progetto che si apre al territorio, a cui tutti possono contribuire donando prodotti, competenze e servizi che andranno a rifornire il market solidale, lo scaffale relazionale, il laboratorio del riuso.

Clicca qui per scaricare il pieghevole

Un anno di Emporio: Emozioni, speranze e progetti nella nuova campagna di comunicazione

15/01/2021 - A poco più di un anno dall’apertura dell’Emporio Solidale “Buono a Rendere” e con l’arrivo delle nuove famiglie beneficiarie dei servizi offerti, i volontari operanti nel progetto hanno scelto di svelarsi allo sguardo dell’Agenzia di Comunicazione Sociale Etiket.

La volontà di sostenere un territorio difficile, la fiducia nel proprio lavoro e nelle risorse della comunità, la generosità dimostrata in questi mesi da aziende e imprese della provincia: queste ed altre storie sono raccontate direttamente dai volontari e dai beneficiari del progetto Buono a rendere, che vede nella responsabilizzazione dei destinatari delle attività l’aspetto più rivoluzionario delle attività.

Non assistenzialismo, ma lavoro in rete per il benessere della comunità.

I beneficiari del progetto, attraverso un meccanismo a “punti”,  possono infatti “ripagare” beni e servizi usufruiti con attività di volontariato presso le associazioni partner del progetto e/o presso lo stesso Emporio: un’opportunità importante per valorizzare le proprie competenze e capacità nonché per consolidare la propria rete relazionale.

Davanti alla delicata telecamera di Etiket scorrono le storie dei volontari, dei cittadini e di tutti coloro che ad oggi hanno creduto a questa sfida.

Viene narrato il “come” e il “perché” di un progetto straordinario.

Per il “come”, è possibile sostenere l’Emporio offrendo il proprio tempo o con donazioni, contattando la coordinatrice del progetto Pina Marciano al numero di telefono 0823/758456 o all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il perché è tutto nelle parole e nell’emozione dei volontari che si sono offerti per gli spot da oggi on line.

Per vedere tutta la serie degli spot:

Youtube: https://www.youtube.com/channel/UChEdI0JGCN4nZdSg5O21h9g/videos

Per aggiornamenti sul progetto:

Facebook: https://www.facebook.com/buonoarendere

 

Pubblicata la graduatoria dei beneficiari. Per consultare gli esiti: https://www.csvassovoce.it/public/graduatoria%20con%20num%20protocollo.pdf

21/12/2020 - Il Consiglio Direttivo del CSV Asso.Vo.Ce. ha approvato la graduatoria dei beneficiari dell’Avviso “Buono a Rendere”, finalizzato al supporto economico e sociale di trenta tra cittadini e nuclei familiari in difficoltà nella Valle di Suessola.

Sono pervenute 47 richieste di partecipazione all’avviso, pubblicato in esecuzione della delibera del Direttivo Asso.Vo.Cen° 3 del 22 settembre 2020. Dopo un attento e scrupoloso lavoro di valutazione, la commissione deputata ha stipulato la graduatoria delle domande, disponibile a questo link.

Le singole domande sono identificate attraverso il numero di protocollo: per ragioni di privacy, non è infatti possibile riportare le generalità dei richiedenti.

I destinatari del sostegno riceveranno una card identificativa con un credito di partenza che servirà a richiedere beni e servizi presso l’Emporio Solidale Buono a Rendere di Arienzo.

Nello specifico, esibendo la card i beneficiari potranno accedere a:

  • un market solidalein cui scegliere i prodotti e i beni di prima necessità di cui si ha bisogno (beni alimentari, per l’igiene di casa e persona, materiale scolastico, farmaci….);
  • Uno scaffalerelazionale dove è possibile usufruire di servizi offerti dalle associazioni del territorio come il supporto psicologico, la mediazione familiare, l’emersione delle competenze, la mediazione familiare, i gruppi di auto mutuo aiuto, laboratori teorici ed esperienziali sull’essere genitore e di peer mediation; in esso inoltre è possibile donare e usufruire di servizi offerti da piccole imprese o professionisti (dal parrucchiere all’elettricista, dal medico all’insegnante.)
  • Uno scaffale del riusoin cui vengono raccolti e resi disponibili beni nuovi o usati, ma in ottimo stato, come capi di abbigliamento, elementi di arredo, giocattoli, computer (qui i beni attualmente disponibili http://vetrineassovoce.carigest.cloud/riusabili.php)
  • momenti di socialità e di contrasto alla povertà educativa, che favoriscono la possibilità di arricchirsi anche sotto l’aspetto del capitale sociale e culturale con la realizzazione di momenti ricreativo-culturali come visite presso mostre, teatri, musei o parchi e cene di socialità;
  • percorsi di tutoraggio domesticoin cui i beneficiari vengono accompagnati nella costruzione di un progetto di sviluppo personale e familiare, che li aiuti a fuoriuscire dalla condizione di povertà.

 

Ai beneficiari verrà distribuita una “card” sulla quale potranno accumulare punti prestando attività di volontariato presso le associazioni partner del progetto e/o presso lo stesso emporio. I punti accumulati potranno essere utilizzati per usufruire di tutti i servizi offerti dall’Emporio.

Il programma di sostegno avrà durata di sei mesi (da gennaio a giugno 2021).

Per qualsiasi informazione o chiarimento è possibile contattare l'Emporio al numero 0823 758456 o mandare una mail aQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il progetto “Emporio Solidale – Buono a Rendere” nasce nell’ambito della seconda annualità delle Azioni di coprogettazione 2018 promosse dal CSV Asso.Vo.Ce. in partenariato con le associazioni Alice ODV, Ali e radici ODV, Associazione Gianluca Sgueglia ODV, A.Na.Vo. ODV, CDS Ama, Civiltà 2.0 ODV, Confraternita di Misericordia di San Felice a Cancello ODV, Gli Amici del borgo, Leo ODV, Il Laboratorio ODV, Pronto diritti Ama, Kairos, Sentieri Nuovi ODV, Solidarietà Cervinese ODV, U.LI.VO. ODV, Pro Loco San Michele di Maddaloni e la collaborazione dei Comuni di Arienzo e Santa Maria a Vico e dell’ASL Caserta.

Per scaricare la graduatoria: link

Per la brochure del progetto: link

 

AVVISO PUBBLICO - RICHIESTA DI AMMISSIONE PROGRAMMA SPERIMENTALE DI SOSTEGNO BUONO A RENDERE – EMPORIO SOLIDALE DELLA VALLE DI SUESSOLA

Fino a 30 card per cittadini e nuclei familiari bisognosi

01/10/2020 – È’ online a partire da oggi l’Avviso Pubblico in merito all’Iniziativa sperimentale di sostegno alla Comunità “Buono a Rendere”, finalizzato al supporto economico e sociale dei cittadini e dei nuclei familiari in difficoltà nella Valle di Suessola. L’avviso, pubblicato in esecuzione della deliberazione del Direttivo Asso.Vo.Ce n° 3 del 22 settembre 2020, è rivolto tutti i nuclei familiari, cittadini comunitari ed extracomunitari in regola con i relativi permessi di soggiorno, che risultino avere residenza o stabile domicilio nei comuni di Arienzo, Cervino, Maddaloni, San Felice a Cancello e Santa Maria a Vico e Valle di Maddaloni e resterà aperto fino al 30 ottobre 2020.

L’iniziativa nasce nell’ambito della seconda annualità delle Azioni di coprogettazione 2018 promosse dal CSV Asso.Vo.Ce. in partenariato con le associazioni Kairos, Il Laboratorio, Misericordia di San Felice a Cancello, Associazione “Sentieri Nuovi” Onlus, Gianluca Sgueglia Onlus, Cds Ama, Gli Amici Del Borgo, Associazione Leo Onlus, Associazione Alice Onlus, Solidarietà Cervinese, Pronto Diritti Ama, Ulivo, Ali E Radici, A.Na.Vo., Civiltà 2.0, Pro Loco San Michele di Maddaloni e la collaborazione dei Comuni di Arienzo e Santa Maria a Vico e dell’ASL Caserta.

I partecipanti all’avviso dovranno attestare una temporanea difficoltà economica, un reddito familiare netto mensile che vada dai 420 euro per il cittadino single ai 1200 euro per nuclei familiari composti da 6 o più persone e una disponibilità economica corrente non superiore a 10mila euro per l’indicatore Isee patrimonio immobiliare.

I beneficiari dell’intervento avranno diritto ad accedere al Market Solidale “Buono a Rendere” e a ritirare generi di prima necessità (derrate alimentare, prodotti per l’igiene personale, oggetti usati in buono stato tra quelli disponibili a questo link http://vetrineassovoce.carigest.cloud/riusabili.php ), nonché a richiedere servizi e consulenze con personale professionale (è attualmente attivo il supporto psicologico) presso lo “Scaffale Relazionale”

Sarà fornita agli utenti una card identificativa con un credito di partenza, che servirà ai primi ritiri di beni e a partire dal sesto incontro presso “lo scaffale relazionale”: la card potrà essere  “ricaricata” prestando attività di volontariato presso le associazioni partner del progetto e/o presso lo stesso emporio.

Non è richiesto alcun contributo economico.

Le domande di ammissione, che potranno essere presentate su questo modulo (link) corredate da documento di identità del dichiarante e relative attestazioni di stato, potranno essere presentate dal giorno 1 del mese di ottobre fino al giorno 30 del mese di ottobre (ore 13,00) presso la sede dell’Emporio Solidale Buono a Rendere il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15,00 alle ore 18,00 e il martedì e il giovedì dalle ore 10,00 alle ore 13,00.

Le domande pervenute saranno sottoposte ad una valutazione preliminare da parte di una commissione apposita che provvederà alla diffusione della graduatoria definitiva entro il giorno 16 dicembre 2020: tale graduatoria sarà pubblicata sul sito www.csvassovoce.it e resa disponibile presso le sedi dell’Emporio Buono a Rendere e delle OdV partner dell’iniziativa.

Beneficeranno dell’iniziativa 30 famiglie. 

Il programma di sostegno avrà durata di sei mesi (da gennaio a giugno 2021).

Per informazioni:

 

REGOLAMENTO PER LA CONSEGNA ED IL RITIRO DI BENI RIUTILIZZABILI presso Buono a Rendere- Emporio Solidale della Valle di Suessola

24/07/2020 - Dopo i mesi di Lockdown e il conseguente rallentamento dei percorsi di coprogettazione sociale Asso.Vo.Ce, successivamente ricalibrati per fronteggiare al meglio l’emergenza Covid, si comincia a respirare nuovamente la normalità.

L’Emporio Solidale Buono a Rendere della Valle di Suessola – presso il quale è già partito all’inizio di luglio lo sportello di supporto psicologico – ritorna pienamente operativo e offrirà a breve il servizio di consegna e ritiro di beni riutilizzabili.

Finalità del servizio è, da una parte, sostenere fasce sensibili della popolazione destinando e distribuendo, a titolo non oneroso, i beni alle famiglie più bisognose; dall’altro quello di promuovere la diffusione di una cultura del riuso dei beni basati su principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale.

Beni per l’infanzia, elementi di arredo, prodotti tecnologici, tessili: quattro macrocategorie di beni che sarà possibile donare all’emporio che, successivamente, si farà carico di assegnarli a cittadini in difficoltà nella Valle di Suessola.

Sia il ritiro che la consegna dei beni saranno possibili sono il martedì dalle 16,00 alle 18,00, salvo esigenze specifiche da concordare in anticipo scrivendo all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando allo 0823/758456.

Non è richiesta prenotazione, salvo che per la consegna di beni tecnologici, che dovrà essere preventivamente comunicata ai contatti di cui sopra.

Il progetto “Buono a rendere - Emporio Solidale della Valle di Suessola”, realizzato sul territorio della Valle di Suessola, è promosso dal CSV Asso.Vo.Ce. in partenariato con le ODV  Alice onlus, Ali e radici, Anavo, Casa dei diritti sociali Ama Maddaloni, Civiltà 2.0, Confraternita di Misericordia di San Felice a Cancello, Associazione Gianluca Sgueglia, Gli amici del borgo, Il Laboratorio, Leo Onlus, Pro Loco Maddaloni, Pronto diritti ama, Kairos, Sentieri nuovi, Solidarietà Cervinese e Ulivo ed in collaborazione con il Comune di Arienzo e l’ASL di Caserta che hanno consentito di restituire alla collettività un bene di rilevanza storico-culturale, sede dell’Emporio.

Per maggiori informazioni:

Regolamento

Per consultare la lista dei beni già disponibili: http://vetrineassovoce.carigest.cloud/riusabili.php

Al via il servizio di supporto psicologico: mercoledì pomeriggio, servizio gratuito

01/07/2020 - Dopo l’emergenza Covid, le attività di coprogettazione Asso.Vo.Ce. possono finalmente riprendere da dove erano state interrotte. Questo avverrà in particolare ad Arienzo, presso l’Emporio Solidale Buono a Rendere: la struttura, inaugurata una manciata di settimane prima del lockdown, vedrà l’avvio di azioni già programmate in precedenza che, per evidenti ragioni, erano state rimandate a momenti migliori.

Partirà dall’8 luglio 2020  il servizio di supporto psicologico gratuito offerto dalle dottoresse Clara Grella, Michela Magliulo e Ida Bocchino nell’ambito delle azioni previste per lo “Scaffale Relazionale” del progetto Buono a rendere.

L’attività non è rivolta tuttavia esclusivamente ai destinatari diretti del progetto, che continueranno a beneficiare della distribuzione straordinaria di beni di prima necessità: l’intera comunità della Valle di Suessola, anche alla luce di un’emergenza sanitaria che ha avuto un impatto fortissimo nella vita di tutti noi, potrà contattare lo sportello e prenotare un appuntamento con le psicologhe, che già operano gratuitamente con le OdV della rete progettuale.

Il servizio verrà offerto il mercoledì pomeriggio, su appuntamento. Gli orari per l'appuntamento sono 15:30, 16:30 o 17:30: chiamando lo sportello CSV della Valle di Suessola al numero 0823/758456 sarà possibile prenotare il proprio turno.

Il progetto “Buono a rendere - Emporio Solidale della Valle di Suessola”, realizzato sul territorio della Valle di Suessola, è promosso dal CSV Asso.Vo.Ce. in partenariato con le ODV  Alice onlus, Ali e radici, Anavo, Casa dei diritti sociali Ama Maddaloni, Civiltà 2.0, Confraternita di Misericordia di San Felice a Cancello, Associazione Gianluca Sgueglia, Gli amici del borgo, Il Laboratorio, Leo Onlus, Pro Loco Maddaloni, Pronto diritti ama, Kairos, Sentieri nuovi, Solidarietà Cervinese e Ulivo ed in collaborazione con il Comune di Arienzo e l’ASL di Caserta che hanno consentito di restituire alla collettività un bene di rilevanza storico-culturale, sede dell’Emporio.

Obiettivo del progetto – ad oggi parzialmente rimodulato per l’emergenza Covid-  è supportare 20 nuclei familiari della Valle di Suessola in difficoltà, senza però cadere nell’assistenzialismo ma, anzi, invitando gli utenti a riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle crisi. I destinatari del progetto potranno infatti contribuire ai servizi loro offerti (il market solidale, lo scaffale relazionale, il laboratorio del riuso) attraverso un contributo simbolico, consistente nel mettere a disposizione il proprio tempo, le proprie competenze e saperi in attività di volontariato da svolgersi presso l’emporio e le ODV partner che, sulla base delle ore impegnate, contribuiranno a caricare una card che potrà essere utilizzata per accedere ad altre opportunità.

Azione Emergenza covid

L’Emporio, a seguito delle direttive ministeriali, dal 10 marzo 2020 è stato chiuso a causa della pandemia da Coronavirus.

Vista l’emergenza socio sanitaria scaturita dal diffondersi del virus e delle misure di contenimento adottate, sono stati presi accordi tra l’organo direttivo del CSV Asso.Vo.Ce e  le Odv partner per consentire, da marzo fino a giugno – fino al termine, quindi del lockdown e in attesa della riapertura dello sportello - la distribuzione di generi di prima necessità alle 20 famiglie beneficiarie della misura progettuale, al fine di dare un ulteriore sollievo in un momento così delicato.

Le OdV partner si sono rese disponibili, con tutte le precauzioni necessarie, ad organizzare i beni da distribuire.

Le stesse, con un supporto della Croce Rossa, sez Valle di Suessola, si sono occupate anche della distribuzione alle famiglie