MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

CO.GE. CAMPANIA

PROGETTO LA RES

FORUM CARDITELLO

FONDAZIONE JOHNSON & JOHNSON – HUMAN FOUNDATION

 

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Approvata la graduatoria dei Progetti Sperimentali di Volontariato per l’anno 2015.

Tra le associazioni casertane, premiato il CAM

L 'ufficio Centrale di Bilancio e la Corte dei Conti hanno registrato il Decreto Direttoriale di approvazione, di autorizzazione e di impegno del 21 dicembre 2015, concernente la graduatoria dei progetti sperimentali di volontariato ammessi a contributo per l'annualità 2015.

Sono stati ammessi a contributo n. 79 progetti sperimentali e innovativi di volontariato, per un importo complessivo di euro 1.997.593,60, secondo l'ordine risultante dalla graduatoria redatta dalla Commissione esaminatrice e approvata dall'Osservatorio Nazionale per il Volontariato.

Per quanto riguarda il territorio casertano, si è utilmente classificato in graduatoria il Centro di Animazione Missionaria CAM, con il progetto “Da Neet a Meet”.

Le organizzazioni di volontariato ammesse a contribuito riceveranno attraverso la piattaforma www.direttiva266.it la comunicazione formale dell'esito positivo della valutazione e dovranno procedere, entro il termine di 20 giorni dalla di lettura della medesima comunicazione, ad inviare - attraverso la suddetta piattaforma - la documentazione indicata al punto 9.1 delle Linee di Indirizzo Anno 2015. 

Per scaricare il Decreto di Approvazione clicca qui

 

CO.GE. CAMPANIA

Nominati i membri del Consiglio Direttivo  per il Biennio 2015/2017

Si informano le organizzazioni di volontariato della regione Campania che il Comitato di Gestione dei Fondi Speciali per il Volontariato della Regione Campania insediatosi in data 15 febbraio 2016, ha provveduto, nel corso della riunione , a nominare i seguenti membri del Consiglio Direttivo:

  • Presidente: Deandreis Massimo (Compagnia di San Paolo)
  • Vicepresidente: Amore Luigi (ACRI)
  • Segretario: Viola Angelica (Fondazione Ca.Ri. Cuneo)

E, nel ruolo di consiglieri:

  • Battuello Mauro (Compagnia di San Paolo)
  • Spagnolo Santo (Compagnia di san Paolo)
  • Castagno Daniela (Fondazione Cariplo)
  • Stasi Maria Patrizia (Fondazione Cariplo)
  • Di Napoli Lorenzo Maria (Fondazione Ca.Ri. Padova e Rovigo). 

 

PROGETTO LA RES

Focus Group “Turismo Responsabile Strategie di Sviluppo” Venerdì 19/02/16 (ore 15,00) a Casal di Principe

Si terrà Venerdì 19 Febbraio a partire dalle ore 15, 00 il Focus Group “Turismo Responsabile Strategie di Sviluppo”, promosso nell’ambito del progetto “La R.E.S.” (Rete di Economia Sociale)nell’ambito dell’attività n°7 Formazione on the Job.

Introduce e modera il dott. Francesco Diana, Referente Visit Terre Turismo Responsabile e Sostenibile Attività n°5 – Progetto La Res. Porteranno i loro saluti i dottori Valerio Taglione, referente del Comitato don Diana e capofila del progetto “La R.E.S.”, Gianni Solino, responsabile del progetto “La R.E.S.”ed il professor Michele Mosca del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Interverrà la professoressa Daniela La Foresta, del dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Napoli Federico II; enuncerà le conclusioni il prof. Marco Musella (Preside Dipartimento di Scienze Politiche – Università degli studi di Napoli Federico II).

Il progetto La R.E.S. (Rete di Economia Sociale) persegue l’obiettivo generale di promuovere e implementare, in un’ottica di rete, pratiche e filiere d’economia sociale attraverso l’uso dei beni confiscati alla camorra: l’intervento prevede la definizione di un “Contratto di Rete”, un “Programma comune di rete” e un “Fondo di solidarietà”, al fine di rendere sostenibili i percorsi d’economia sociale attraverso l’uso dei beni confiscati.

 

LE ASSOCIAZIONI DELLA RETE

Il progetto è promosso dal Comitato Don Peppe Diana; sono partner del progetto: Agropoli Cooperativa Sociale, Al Di Là Dei Sogni Cooperativa Sociale, Arcidiocesi Di Capua – Centro Immigrati Fernandes, Associazione Centro Laila, Associazione di Volontariato Black And White Onlus, Associazione Di Volontariato Medico Sociale Jerry Essan Masslo, Associazione Italiana Incontri E Studi Sullo Sviluppo Locale (Aislo), Associazione Libera – Associazioni Nomi E Numeri Contro Le Mafie, Associazione Nero E Non Solo! Onlus, Associazione Per Il Disegno Industriale Delegazione Campania, Associazione Per L’autogestione Dei Servizi Solidali Caserta (Auser), Associazione Ricreativa Culturale Italiana (Arci), Associazione Risanamento Castelvolturno (Arca), Associazione Socio-Culturale Foro Di Giano, Camera Di Commercio Di Caserta – Coldiretti Caserta, Confagricoltura Caserta – Unione Provinciale Agricoltori Caserta, Confederazione Italiana Agricoltori (Cia) Interprovinciale Napoli Caserta, Consorzio Agorinasce Scarl, Davar Cooperativa Sociale, Eureka Cooperativa Sociale, Eva Cooperativa Sociale, Fondazione European Research Institute On Cooperative And Social Enterprises (Euricse), Git C.L. Caserta Banca Popolare Etica, Le Terre Di Don Peppe Diana – Libera Terra Cooperativa Sociale, Lega Regionale Campania Cooperative E Mutue, Parrocchia San Nicola Di Bari Di Casal Di Principe, Provincia Di Caserta – Osservatorio Provinciale Sicurezza E Legalità, Seconda Università Degli Studi Di Napoli, Solco Srl, Università Federico II Facoltà Di Lettere E Filosofia E Facoltà Di Scienze Politiche.

Per scaricare la locandina: LINK

 

FORUM CARDITELLO

Carditello tra partecipazione e valorizzazione: mercoledì 24 febbraio 2016, h 16,30 - Casa Don Diana, Via Urano, Casal di Principe (Ce)

È stato convocata per Mercoledì 24 febbraio 2016 (ore 16,30) presso la Casa Don Diana – sita in Via Urano a Casal di Principe – il Forum Carditello.

L’incontro, promosso da Agenda 21 per Carditello, Comitato Don Peppe Diana , Centro Servizi per il Volontariato Asso.Vo.Ce. di Caserta, Forum Terzo Settore Caserta e Libera Coordinamento Caserta, intende sollecitare le istituzioni ad ottemperare gli impegni assunti il 3 Agosto scorso, con l’Accordo di Valorizzazione per la Reggia di Carditello, sottoscritto tra Ministero, Regione Campania, Comune di San Tammaro e Prefettura di Caserta.

Non si conosce ancora, infatti, la data di avvio della prevista Fondazione per la gestione del sito borbonico, ma soprattutto sembrano mancare i termini per innescare un processo partecipativo e inclusivo che coinvolga tutti i portatori d'interesse nella definizione delle norme costitutive che regoleranno il funzionamento della Fondazione e dunque la gestione del sito reale, così come previsto dall'Accordo.

Recita il comunicato stampa lanciato dall’Ufficio Stampa di Agenda 21 per Carditello e i Regi lagni “La mancata partecipazione, pure sancita ed enunciata nell'accordo istituzionale, rischia, in questa fase, di indebolire il fecondo rapporto di collaborazione sperimentato in questi anni tra Stato e cittadini, che ha permesso lo scorso 9 gennaio 2014 di riportare nella disponibilità pubblica il real sito di San Tammaro, dopo anni di degrado e di abbandono. Ma soprattutto la volontà di non dialogare e confrontarsi in trasparenza con i territori e con le diverse componenti della società civile, rischia di mortificare le migliori pratiche ed energie positive, come Agenda 21, impegnate da anni nella tutela e valorizzazione dei territori e dei beni comuni. Riteniamo che se non si permette a tutti, fin da subito, di fornire il proprio contributo di idee per la Fondazione per Carditello, che si vuole partecipata; se verrà presentato un atto costitutivo preconfezionato in cui, con esclusiva presenza istituzionale, si predeterminano le finalità, i tempi e le modalità di accesso e partecipazione, sarà minato il rapporto fiduciario che risiede in un processo realmente democratico e concretamente fondato sul dialogo e sull'effettiva condivisione di metodi e contenuti”.

Rinnoviamo quindi l’appuntamento a mercoledì 24 febbraio 2016, h 16,30 presso la Casa Don Diana, Via Urano, Casal di Principe (CE).

 

FONDAZIONE JOHNSON & JOHNSON – HUMAN FOUNDATION

Percorsi di Innovazione: nuove competenze per accrescere l'impatto sociale/ II edizione

Candidature Online entro l’11 Marzo a questo link e tramite e-mail

La Fondazione Johnson & Johnson, in collaborazione con Human Foundation, propone un percorso formativo gratuito dedicato a enti del Terzo Settore del centro-sud Italia volto a promuoverne la strutturazione e la sostenibilità sul lungo periodo. L’obiettivo del corso è di rafforzare l’impatto delle organizzazioni sul territorio a partire dallo sviluppo delle competenze interne.

I principi del percorso formativo tengono conto sia della necessità di tradurre nell’operatività quotidiana le nozioni teoriche, anche attraverso il coinvolgimento in attività partecipative sulla gestione dell’organizzazione, sul ciclo del progetto, sulla valutazione d’impatto sociale e la raccolta fondi, sia dell’utilità del confronto diretto con altre organizzazioni che hanno sviluppato esperienze di successo nell’accrescere l’impatto sociale prodotto.

I candidati ideali operano in organizzazioni del Terzo Settore attive:

  • in una delle seguenti Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria;
  • nelle seguenti aree di intervento: salute, benessere dei bambini e delle donne, responsabilità verso la comunità, formazione nel campo sanitario.

Per partecipare alla selezione, la domanda di ammissione dovrà essere compilata online entro e non oltre l’11 marzo 2016, rispondendo a questo link

Per completare la candidatura, una volta compilato il formulario online, occorre inviare una lettera di referenze del candidato firmata dal legale rappresentante dell'organizzazione (nel caso il candidato sia il legale rappresentante, questi potrà inviare una lettera motivazionale spiegando perché vorrebbe partecipare al corso). La lettera - massimo una pagina - dovrà essere inviata via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. sempre entro e non oltre l’11 marzo 2016.

Percorsi di Innovazione Sociale avrà luogo da mercoledì 6 a sabato 9 aprile 2016 a Roma (luogo da definire).

La partecipazione prevede la possibilità di essere selezionati per un percorso di follow-up a seguito della formazione in aula.

Il corso è gratuito, i partecipanti/le organizzazioni devono prevedere di sostenere le spese di trasporto, vitto ed alloggio.

Per maggiori informazioni e per scaricare il programma completo: LINK