La soddisfazione del presidente Cantelli: “In un momento storico di grandi cambiamenti, una programmazione che ascolta e sostiene il volontariato”

I soci del Centro di Servizio per il Volontariato “Asso.Vo.Ce” si sono incontrati martedì 30 gennaio presso il Centro Polifunzionale “Paolo Liparulo” Piazza Don Giovanni Vigliotti - Botteghino, San Felice a Cancello (CE)  per l’assemblea ordinaria dei Soci del CSV, sede dell’organizzazione di volontariato "Il Laboratorio" e della Misericordia di san Felice a Cancello.

Tra i vari punti all’ordine del giorno, l’assemblea è stata chiamata a discutere e deliberare il primo semestre della programmazione e del bilancio preventivo 2018 del CSV Asso.Vo.Ce. : così come tutti gli anni, le idee proposte sono maturate dal confronto con le associazioni di volontariato territoriali, dapprima consultate tramite un questionario on line e successivamente incontrate a Caserta, Santa Maria a Vico e San Cipriano in partecipate Assemblee Consultive.

L’Assemblea dei Soci ha approvato all’unanimità le azioni proposte, senza apportare modifiche a quanto suggerito dalle OdV che hanno aderito alla fase di consultazione.

Alla luce di quanto proposto, il tema della programmazione del primo semestre 2018, in continuità con l'anno precedente, sarà: L’evoluzione del CSV e delle ODV alla luce della Riforma del Codice del Terzo Settore.

Riportiamo di seguito alcune delle attività in programma:

Area Promozione:  si confermano anche per il 2018 il progetto Scuola – Volontariato “Nuovi Volontari Crescono” e il sostegno alle OdV in tema di progettazione, amministrazione e coordinamento del Servizio Civile Nazionale e Universale; tra le proposte più innovative segnaliamo gli Open day del volontariato, durante i quali chi vorrà potrà cimentarsi in attività di “volontario per un giorno” e la Giornata del dono, da realizzarsi con la Camera di Commercio di Caserta, nella quale saranno create le condizioni per favorire l’incontro tra le progettualità delle OdV e possibili finanziatori pubblici e privati. Prenderà infine il via il “Consiglio dei Giovani”, ossia uno speciale organo consultivo del CSV che si esprimerà in tema di promozione del volontariato giovanile e che vedrà la partecipazione di volontari del Servizio Civile, studenti che hanno preso o stanno prendendo parte a “Nuovi Volontari Crescono” e volontari in età giovanile.

Area Formazione: Alla luce del tema principale individuato nel corso della progettazione partecipata, era imprescindibile un approfondimento sulla Riforma del Codice di Terzo Settore: pertanto, nell’ottica di informare, formare e sostenere le ODV in questo delicato passaggio dalla precedente normativa a quella attuale , Asso.Vo.Ce. realizzerà un percorso formativo realizzato con docenti professionisti della materia sia da un punto di vista legale che fiscale. Sono inoltre previsti un corso sulla creazione di un sito web per le OdV (con fornitura, ad ogni OdV, di dominio e hosting pagati dal CSV per un anno), un corso di informatica di base ed un corso di Addetto Stampa per Organizzazioni di Volontariato, mentre saranno replicati i corsi di BLSD e Progettazione Sociale. Ritornano anche per il 2018 i World Cafè, che per l’anno in corso saranno incentrati su: Finanza Etica, Fund Raising, Utilizzo Social Network, Agevolazioni Fiscali Per Le Odv, 70° Anniversario Dichiarazione Universale Dei Diritti Dell’uomo.

Servizi logistici: Il CSV offrirà alcuni dei propri spazi presso la stazione impresenziata di San Cipriano d’Aversa (già sede dello Sportello territoriale dell’Agro Aversano) ad organizzazioni di volontariato ed enti di Terzo Settore ad uso co-working. Gli spazi saranno dotati di postazioni PC fisse cablate e messe in rete internet, inoltre la sala formazione, già presente presso lo sportello di  S. Cipriano, sarà dotata di una lavagna multimediale che facilita il lavoro del docente e dei discenti.

 Area Comunicazione: Dopo la Campagna di Comunicazione “Storie di Volontariato”, il CSV riproporrà la campagna “I Volontariati : le opportunità che scaturiscono dalla riforma del Codice del Terzo Settore”.

La riforma del codice del terzo settore amplia infatti la platea dei fruitori dei servizi del CSV (che interesseranno i volontari di tutti gli Enti del Terzo Settore) e promuove nuove modalità per avvicinarsi al volontariato (volontari per un giorno, volontariato civico….): con questa nuova campagna di comunicazione il CSV intende raggiungere i suoi nuovi “portatori di interesse” e sostenere ogni tipo di volontariato in queste nuove sfide.

Area Ricerca: Sulle scorte di un primo esperimento avviato qualche anno fa in Valle di Suessola, e alla luce delle richieste delle OdV di ogni area della provincia, il CSV avvierà un progetto di censimento dei servizi di contrasto alla povertà realizzati dalle odv della provincia di Caserta. I dati saranno elaborati sistemati e pubblicati in una guida ai servizi rivolta agli utenti in situazioni di disagio

Area Progettazione: Con il nuovo Codice del Terzo Settore, il CSV non può più erogare liquidità alle associazioni di volontariato. Non verrà tuttavia meno l’impegno del CVSV nella progettazione sociale, e le azioni di Co- progettazione sociale che partiranno dal 2018 ne sono la prova lampante.

A partire dall’analisi dei bisogni del territorio, il Consiglio Direttivo del CSV stabilirà gli assi tematici su cui incentrare i tavoli di co-progettazione ed i territori su cui realizzarli: a questi tavoli, cui  saranno invitate le ODV, i soggetti istituzionali, i soggetti del Terzo Settore e gli enti profit che potranno collaborare con il CSV nella realizzazione delle azioni progettuali, saranno definiti dei “macroprogetti” con forte impatto sociale e immediata ricaduta sul territorio. Il Centro di servizio svolgerà una funzione di accompagnamento e co-progettazione nell’elaborazione e realizzazione dei progetti, sostenendo le reti in ogni fase di attività.

Il presidente dell’Asso.Vo.Ce. Camillo Cantelli si dichiara particolarmente soddisfatto dell’approvazione di questa programmazione da parte dell’Assemblea. “L'obiettivo del Consiglio direttivo dell'Asso.Vo.Ce nel proporre questa programmazione, sapientemente redatta dal nostro Direttore, è  stato quello di rispondere alle esigenze e ai bisogni delle Associazioni e dei volontari, soprattutto in un momento di forte incertezza e fluidità determinato dalle trasformazioni del Terzo Settore dettate dalla Riforma. Il CSV ha il compito di essere vicino, di supportare e di instradare le Associazioni in questo percorso di transizione che ci porterà alla piena attuazione della Riforma; nel frattempo è nostro dovere far sì che le azioni meritorie che ogni singola associazione produce sul territorio non siano rallentate o rese nulle dall’attuale momento storico".