Appuntamento a Casa Don Diana alle ore 16,00. Clicca qui per iscriverti

Sono passati ormai diversi mesi da quando la Riforma del Terzo Settore è diventata legge: dopo mesi di dibattiti, cui ha preso parte anche la società civile con appositi strumenti di consultazione pubblica, la Legge “Delega al Governo per la Riforma del Terzo Settore, dell’Impresa Sociale e per la disciplina del Servizio Civile Universale” n°106/16 è stata approvata in via definitiva dal Parlamento il 25 maggio 2016, e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 18 giugno.

La nuova legge è entrata in vigore già dal il 3 luglio, ma molti aspetti restano ancora da definire, in attesa di quei decreti attuativi che dovranno vedere la luce entro maggio 2017. Se il Servizio Civile Universale e la stabilizzazione del 5 per mille sono ormai una realtà, ancora poco sappiamo di come si configureranno nel prossimo futuro gli enti del Terzo Settore: la volontà sembrerebbe essere quella di superare le divergenze tra le diverse tipologie associative, ma non abbiamo ancora gli elementi per capire come ciò dovrà avvenire. Se, infine, è ormai chiaro che i Centri di Servizio si occuperanno dei volontari di tutte le organizzazioni del Terzo Settore esistenti – e non solo più delle organizzazioni di volontariato  - restano ancora parecchi i punti da chiarire.

Cosa succederà alle organizzazioni di volontariato come adesso le conosciamo? Quali sono le modalità di cooperazione tra volontari che questa nuova legge ci permetterà di sperimentare?

Su queste ed altre questioni – che riflettono non solo la curiosità, ma anche i legittimi timori di chi è abituato ad un certo status quo – si cercherà di dare lo giusto spazio durante il secondo world cafè del CSV Asso.Vo.Ce. “La Riforma del Terzo Settore: a che punto siamo?”, che si terrà il 29 novembre 2016 alle ore 16:00 presso "Casa Don Diana", un bene confiscato gestito dall'Associazione di promozione sociale "Comitato Don Peppe Diana" a Casal di Principe (Via Urano, 18) mappa.

I world cafè sono una modalità di confronto informale e amichevole supportata da un facilitatore e da (pochi, ma ben calibrati) materiali di approfondimento. 

All’incontro sono invitati a partecipare oltre alle associazioni di volontariato, anche rappresentanti delle istituzioni politiche ed esponenti delle diverse tipologie associative: tutti gli attori coinvolti però, usciranno fuori dal loro ruolo associativo o istituzionale ed interagiranno in maniera paritetica con il metodo del world cafè.

Perché partecipare?  Per essere più consapevoli rispetto ad una riforma tutt’ora in fieri, che ci renderà necessario guardare con occhi diversi il volontariato ed il terzo settore e ci porterà a reinventare le forme di sussistenza e collaborazione che abbiamo sperimentato negli anni. La metodologia del world cafè ci offre inoltre la possibilità di interloquire in maniera nuova con le istituzioni, promuovendo un approccio paritario ed una crescita reciproca.

Per informazioni è possibile contattare la dottoressa Francesca Scafuto al numero di telefono 0823/326981 o all’email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per iscriversi è possibile compilare il form in allegato.