“Per amore del bene…non taceremo”. Asso.Vo.Ce. tra i promotori dell’evento

Partirà domani a Casa Don Diana la XII edizione del Festival dell’Impegno Civile, l’ormai consolidata rassegna che unisce arte, musica e spettacoli ma anche riflessioni e denunce sociali. Anno dopo anno Il Festival dell’Impegno Civile è cresciuto e, da manifestazione locale, si è esteso in tutta Italia (con tappe a Palermo e Milano) ma anche all’estero, con una speciale tappa a Parigi per il mese di settembre.

La dodicesima edizione del Festival dell’Impegno Civile coincide quest’anno con il venticinquesimo anniversario della scomparsa di Don Peppe Diana: ed è proprio Don Diana, scomparso nel 1994 ma sempre presente nel ricordo di chi lotta per la giustizia, che è dedicato lo slogan del Festival 2019, “Per Amor del bene…non taceremo”, citazione del noto discorso di Don Diana “Per amore del mio popolo non tacerò”.

Per l’edizione 2019 del festival, saranno approfondite le buone prassi territoriali nella gestione dei beni confiscati, con una particolare attenzione alle nuove realtà giovanili che si impegnano a promuovere il riutilizzo etico e comunitario dei beni confiscati: con tappe su beni già conosciuti e nuove scoperte, saremo condotti per mano alla scoperta di nuove modalità per vivere il nostro territorio e per lottare attivamente contro la criminalità organizzata.

Alla manifestazione, come ogni anno promossa da Comitato Don Peppe Diana e Libera, prenderà parte anche il CSV Asso.Vo.Ce.: il CSV collaborerà alla promozione delle attività e gestirà la tappa del 2 luglio a Carditello, dove sarà presentato il Catalogo delle buone pratiche di gestione dei beni comuni.

Il CSV inoltre si occuperà dell’animazione delle OdV, in modo di avvicinarle al Festival nelle sue diverse tappe territoriali, supportando l’informazione relativa ai vari incontri e promuovendone la realizzazione.

La prima tappa si terrà a Casa Don Diana il 25 giugno (ore 20,00) con una cena di raccolta fondi e momenti di convivialità (LINK).

Il Festival dell’Impegno Civile è realizzato con il sostegno di Fondazione CON IL SUD e Camera Di Commercio Caserta, con il patrocinio di Provincia di Caserta, FAI federazione antiracket italiana, Cultura contro camorra, Fondazione Polis, Agesci Campania, Associazione Nazionale Partigiani d'Italia - ANPI, Nco, Coordinamento campano familiari vittime innocenti della criminalità, Slow Food Campania, Avviso Pubblico. La rete nazionale degli Enti locali antimafia. Organizzeranno le diverse tappe del Festival: Meditactio, ArtEspressa - Caffè Letterario, Cooperativa Il Cardo, Rain Arcigay Caserta onlus, Geofilos Legambiente, Coop Esperanto, La Strada Cooperativa Sociale, Cooperativa Marco Polo, Libera Aversa, Gruppo Scout Termini Imerese 3, Apeiron cooperativa sociale, DescargaLab, Crim'HALT comme "alternative", Cultura contro camorra, Slow Food Campania, Avviso Pubblico. La rete nazionale degli Enti locali antimafia.

Partner commerciali del Festival saranno: Flyber, Bambusa, Cleprin4.0, PolieCo, Caseificio Ponte a Mare, Appia Center.

Per informazioni: LINK