Anche il CSV Asso.Vo.Ce. nel volume di best practise “Stazioni Impresenziate. Un riuso sociale del patrimonio ferroviario”.

In allegato, il link per consultare la richiesta ed il regolamento per richiedere l’uso delle stazioni impresenziate: LINK

RFI- Gruppo delle Ferrovie dello Stato Italiane ha edito nelle scorse settimane il volume “Stazioni Impresenziate. Un riuso sociale del patrimonio ferroviario”, nel quale sono raccolti i casi più significativi di riutilizzo sociale delle locali ferroviari in cui l’introduzione di tecnologie innovative quali il controllo centralizzato dei binari e le biglietterie self service hanno permesso di razionalizzare la presenza di personale ferroviario nelle stazioni (quindi, ancora attivi ma prive di personale).

A pagina 206 del volume figura la stazione impresenziata di Maddaloni Inferiore, dove da quasi tre anni il Centro di Servizio per il Volontariato Asso.Vo.Ce. ha trasferito la propria sede operativa: il CSV Asso.Vo.Ce. è stato uno dei primi CSV d’Italia ad approfittare del protocollo di intesa stipulato tra RFI e Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato CSVnet e a presentare un progetto operativo per il riuso degli spazi offerti da Ferrovie dello Stato.

 Si è trattato di un’operazione che ha permesso ad Asso.Vo.Ce. un’ottimizzazione delle proprie risorse e allo stesso tempo di sperimentare nuove forme di animazione sociale su un territorio, quello di Maddaloni, non privo di criticità.

Ringraziamo RFI- Gruppo delle Ferrovie dello Stato Italiane per l’attenzione che ci ha riservato e ricordiamo alle organizzazioni di volontariato territoriali che è ancora possibile richiedere il riuso sociale di una delle stazioni impresenziate ancora disponibili, seguendo le indicazioni contenute in questo link.

Per maggiori informazioni e per consultare la ricerca: LINK